rotate-mobile
Cronaca San Donaci

Duplice omicidio: armi e quarto arresto

CAMPI SALENTINA - A seguito delle dichiarazioni rese dall’indagato Mino Perrino al pm Giuseppe Capoccia, i carabinieri di Lecce hanno rintracciato le armi del delitto di Campi Salentina, e arrestato anche il quarto indagato del duplice omicidio di Luca Greco e Salvatore Marino.

CAMPI SALENTINA - A seguito delle dichiarazioni rese dall'indagato Mino Perrino al pm Giuseppe Capoccia, i carabinieri del Nucleo Investigativo di Lecce oggi hanno potuto rintracciare quelle che vengono ritenute le armi del delitto di Campi Salentina, e arrestare anche il quarto indagato del duplice omicidio di Luca Greco e Salvatore Marino, il primo di Campi, il secondo di San Donaci, avvenuto il 10 marzo scorso, quando i due scomparvero senza dare più notizie. I corpi furono ritrovati il 10 maggio in una cisterna nelle campagne di Salice Salentino. Movente del delitto, le attenzioni di Marino nei confronti della compagna di Perrino, che aiutato dai complici Luigi Tasco e Franz Occhineri fece poi sparire i corpi.

La ricerca condotta con il metal detector ha permesso di rintracciare armi e munizioni in una zona poco distante dalla villa in campagna luogo delle prime ricerche dei corpi dei due malcapitati. Tutti i reperti saranno sottoposti ad indagini scientifiche da parte della sezione rilievi del comando provinciale di Lecce.

Nel pomeriggio odierno, sempre i militari del Nucleo Investigativo del comando provinciale di Lecce hanno arrestato, in esecuzione di ordinanza cautelare in carcere Francesco Cippone, 36enne di Campi Salentina. I reati a suo carico, a seguito delle dichiarazioni rese da Mino Perrino omicida reo confesso, hanno trovato una conferma a quelle che erano le ipotesi investigative iniziali, e cioè di una partecipazione attiva agli eventi ma non nella commissione degli omicidi. Rimangono, infatti, le accuse di concorso in soppressione di cadavere, favoreggiamento personale volto ad eludere le investigazioni e l'incendio dell'autovettura di una delle vittime. L'arrestato dopo le formalità di rito è stato associato alla casa Circondariale di Lecce.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Duplice omicidio: armi e quarto arresto

BrindisiReport è in caricamento