menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La cisterna in cui furono trovati i due cadaveri

La cisterna in cui furono trovati i due cadaveri

Duplice omicidio, la Cassazione annulla gli ergastoli

Per le esecuzioni di Massimo Marino, di San Donaci, e di Luca Greco, di Squinzano, accolti i ricorsi degli imputati Mino Perrino e Francesco Cippone

SAN DONACI – Ergastolo annullato per il duplice omicidio avvenuto nel Salento quattro anni fa: la Cassazione ha accolto i ricorsi per gli imputati Mino Perrino, 38 anni, e Francesco Cippone, 41, entrambi di Campi, accusati di aver ucciso, con premeditazione, Massimo Marino, 34, di San Donaci e Luca Greco, 38, di Squinzano.

L'avvocato Ladislao Massari-2La pronuncia è dei giudici della Prima sezione penale di fronte ai quali i difensori Ladislao Massari (nella foto accanto), per Perrino, e Claudio Salvagni, per Cippone, hanno discusso dopo la richiesta del procuratore generale di confermare il carcere a vita. Salvagni è il difensore di Massimo Bossetti, riconosciuto colpevole dell’omicidio della ginnasta Yara Gambirasio (condanna non definitiva).

Gli ermellini, più esattamente, hanno annullato l’aggravante della premeditazione, riconosciuta in primo e secondo grado, a carico di Mino Perrino, reo confesso delle due esecuzioni avvenute il 10 marzo 2013 e ricostruite dai carabinieri di Lecce. Il fine pena mai è stato annullato per Cippone, ritenuto uno dei complici. I due imputati scelsero il giudizio con rito abbreviato: carcere a vita con la sentenza del gup del Tribunale di Lecce e poi della Corte d’Assise d’Appello di Lecce

Quel giorno, stando a quanto si legge negli atti processuali, Marino e Greco avrebbero raggiunto l’abitazione di Perrino per prendere un caffè. Subito dopo si spostarono in contrada Monticelli perché Perrino avrebbe voluto avere un chiarimento con Marino per questioni di natura privata, legate – stando a quanto sostiene l’accusa  - a presunti apprezzamenti rivolti alla moglie. Movente sentimentale, secondo questa chiave di lettura. La tragedia da lì a poco. I due uomini furono uccisi e poi buttati in una cisterna, dove furono trovati a distanza di settimane.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento