Cronaca

E' ancora emergenza rifiuti. Cassonetti traboccanti anche vicino al tempio

Durante le festività natalizie molte segnalazioni sono pervenute in redazione circa l'emergenza rifiuti, in modo particolare per ciò che riguarda la raccolta differenziata. Il centro storico di Brindisi sembra essere stato assediato dalla spazzatura, specialmente fra Natale e Capodanno. Molte attività ristoratrici, e non solo, hanno lamentato la mancata raccolta dei sacchetti

BRINDISI - Durante le festività natalizie molte segnalazioni sono pervenute in redazione circa l’emergenza rifiuti, in modo particolare per ciò che riguarda la raccolta differenziata. Il centro storico di Brindisi sembra essere stato assediato dalla spazzatura, specialmente fra Natale e Capodanno. Molte attività ristoratrici,  e non solo, hanno lamentato la mancata raccolta dei sacchetti, con danni per la loro immagine nel periodo in cui si registra  un aumento di turismo e di traffico cittadino. Rifiuti per le vie del centro 5-2

La redazione ha sentito alcuni ristoratori ed in particolare il proprietario del ristorante La Terrazza, sito in via Lauro 33, il quale conferma che da quando son stati esposti nella via tangente a via Lauro, via S.Giovanni al Sepolcro, i bidoni per la differenziata, nessuno è passato nell’arco dei cinque giorni successivi all'1 gennaio (e possiamo immaginare la quantità di immondizia che può produrre un’attività ristoratrice nei giorni suddetti)  a ritirare i rifiuti e i bidoni venivano presi di mira dai passanti, che contribuivano a renderli ancora più tracimanti.

Tale situazione ovviamente danneggia anche l’immagine della città, dato che la via in questione conduce al tempio di S. Giovanni al sepolcro (eretto fra l’undicesimo e il dodicesimo secolo): uno dei siti storici della città e meta di turismo.  

piazza mercato-4Il quadro non è migliore nel resto del centro, dove i sacchetti sparsi per le strade vengono trasportati dal vento. In zone come piazza Mercato, sede dei festeggiamenti della notte di san Silvestro, i bidoni risultavano a pochi giorni dell’Epifania completamente pieni (nella foto a sinistra).

Inoltre molti residenti del posto hanno lamentato la mancata raccolta nell’ambito del servizio porta a porta, lasciando così gli angoli delle strade e delle abitazioni pieni di buste più o meno piccole. Del resto un altro problema segnalato dagli abitanti è che il servizio di consegna dei contenitori per la differenziata non viene più effettuato a causa di un esaurimento degli stessi; inoltre il numero di telefono a disposizione dell'utenza per poter fissare un appuntamento e chiedere informazioni, risulta essere sempre fuori servizio. 

La situazione non migliora negli altri quartieri, IMG_6646-2dove i contenitori sono infestati da immondizia. I residenti dei rioni S.Angelo e  S.Elia, aree periferiche prossime alla campagna, lamentano un’invasione di ratti e insetti di vario genere.

La città intera, insomma, è alle prese con un diffuso problema di gestione del servizio di raccolta rifiuti, con zone completamente abbandonate, zone in cui i contenitori non sono disponibili e zone in cui non vengono ritirati.

La ditta Ecologica Pugliese, subentrata lo scorso 17 novembre a Monteco Srl, agli occhi dei cittadini incontra ancora delle difficoltà. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' ancora emergenza rifiuti. Cassonetti traboccanti anche vicino al tempio

BrindisiReport è in caricamento