Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

E nell'oasi di Torre Guaceto spunta anche un nido di "fistione turco"

Ancora une new entry presso la riserva protetta di Torre Guaceto, dove per la prima volta nella provincia di Brindisi ha nidificato il “fistione turco”, specie protetta, migratoria tipica del Mediterraneo orientale, localizzazione da cui prende il nome

BRINDISI – Ancora une new entry presso la riserva protetta di Torre Guaceto, dove per la prima volta nella provincia di Brindisi ha nidificato il “fistione turco”, specie protetta, migratoria tipica del Mediterraneo orientale, localizzazione da cui prende il nome.

“Il fistione – si legge in una nota del consorzio di gestione dell’oasi - è un'anatra tuffatrice, questi animali, infatti, sono in grado di immergersi completamente e nuotare fino a 5 metri di profondità. La presenza del fistione nella nostra zona è molto rara, e ancor più la sua nidificazione”.
“Questo dato - si legge ancora nella nota - è fortemente premiante della governance dell'Area Protetta che, in controtendenza rispetto ai dati generali circa la gestione dei luoghi dall'alto valore naturalistico, sta riuscendo a portare a Torre Guaceto specie animali mai comparse in zona e addirittura ad offrirgli le condizioni necessarie per riprodursi”.

“Dato il comportamento tipico di questi uccelli – conclude il consorzio - è possibile aspettarsi che a questa nidificazione ne seguano molte altre, un ulteriore elemento positivo in questo evento. Ora i chiari d’acqua di Torre Guaceto ospitano una mamma e tre piccoli, i primi dei tanti che verranno alla luce nella nostra Riserva”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E nell'oasi di Torre Guaceto spunta anche un nido di "fistione turco"

BrindisiReport è in caricamento