rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

Ecco il calendario 2015 dell'Arma. Paris: "La gente collabori senza paura"

"Aiutateci a difendervi. Non abbiate paura di collaborare". Questa la dichiarazione del colonnello Andrea Paris, in conclusione della conferenza stampa indetta stamane presso il comando provinciale dei carabinieri, per la presentazione dello storico calendario dell'Arma per l'anno 2015, "il più antico delle nostre istituzioni, iniziato nel 1918"

BRINDISI - “Aiutateci a difendervi. Non abbiate paura di collaborare”. Questa la dichiarazione del colonnello Andrea Paris, in conclusione della conferenza stampa indetta stamane presso il comando provinciale dei carabinieri, per la presentazione dello storico calendario dell’Arma per l’anno 2015, “il più antico delle nostre istituzioni, iniziato nel 1918; siamo quasi ormai ad un secolo di storia”. 

Anche questo anno come per gli anni precedenti il calendario ha un tema che racconta qualcosa, uno stratagemma narrativo individuato nella famiglia.
Dopo la presentazione dettagliata del calendario, il colonnello ha fatto un appello ai cittadini ed alle famiglie appunto, “non abbiate paura di collaborare”, “aiutateci a difendervi”.

 Appello lanciato non a caso. Alla luce dei fatti di questa mattina avvenuti  presso il centro commerciale Le Colonne, il colonnello ci tiene a precisare che nonostante sia stata la questura di Brindisi a presentarsi per prima sul luogo del reato ed aver preso in carico il caso, dobbiamo collaborare tutti, perché “nel periodo natalizio c’è sempre un incremento dei reati predatori come furti e rapine”.

E dato che la famiglia è il tema affrontato nel calendario, e per la salvaguardia di questa, ma di tutta la città e dei suoi rappresentanti cittadini,  che l’arma dei Carabinieri chiede la collaborazione: “Non esitate a fare segnalazioni , perché grazie al vostro aiuto possiamo meglio monitorare la situazione in un mese tanto festoso e gioioso, quanto delicato aggiungerei, proprio alla luce della situazione economica in cui versa il paese e che alimenta questi reati”. 

Il calendario dell'Arma dei carabinieri

Il colonnello rassicura tutti, “Grazie a Dio non hanno fatto male a nessuno”, prima di concludere la presentazione del quasi centenario calendario, che questo anno vuole celebrare anche la doppia  figura della donna - carabiniere come elemento e fulcro fondamentale  della famiglia.
Famiglia intesa come famiglia dell’ Arma dei carabinieri, per i militari che ne fanno parte, ma anche le famiglie dei militari. Un excursus di foto, lettere e documenti storici  della fine dell’800 inizi ‘900, custoditi nel museo del comando generale a Roma, sono raccolti nel calendario e che raccontano e raffigurano i carabinieri con le famiglie di origine. 

Documenti di eventi storici importanti pre e post unitari come la battaglia di  Adua (1896), la carica di Pastrengo (1848) ed il Primo conflitto mondiale (1915), descritti e raccontati alle famiglie dai militari che esprimevano il proprio orgoglio nel donare la propria vita alla Patria.

Nomi importanti poi dell’Arma dei carabinieri sono celebrati nel calendario e che hanno un legame particolare con la Puglia, come  Chiaffredo Bergia pluridecorato Brigadiere che contribuì alla battaglia contro il brigantaggio e  tanti altri decorati alla carriera che la Puglia ha offerto all’Arma.

L’excursus di questo calendario che celebra la famiglia, si conclude con  una sezione dedicata ad una delle istituzioni più importanti del nostro paese: il matrimonio fondamento della famiglia e della casa. E proprio in difesa delle nostre case e della nostra città che l’Arma, nella figura del colonnello Andrea Paris, ci chiede di aiutarli a difenderci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco il calendario 2015 dell'Arma. Paris: "La gente collabori senza paura"

BrindisiReport è in caricamento