Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Ecologica, denuncia in consiglio: "Dieci assunzioni tramite una Onlus"

Dieci assunzioni tramite una Onlus per lo svolgimento di uno dei servizi aggiuntivi proposti dalla Ecologica pugliese al Comune di Brindisi, con un aumento del canone mensile pari a 49mila euro: il sindaco Mimmo Consales vuole vederci chiaro e ha già diffidato la società e chiesto l'elenco degli assunti, anticipando che domani mattina spedirà tutto in procura per verificare se ci siano o meno legami di parentela con politici, amministratori e dirigenti del Palazzo. Intanto in aula arrivano minacce

BRINDISI – Dieci assunzioni tramite una Onlus per lo svolgimento di uno dei servizi aggiuntivi proposti dalla Ecologica pugliese al Comune di Brindisi, con un aumento del canone mensile pari a 49mila euro: il sindaco Mimmo Consales vuole vederci chiaro  e ha già diffidato la società e chiesto l’elenco degli assunti, anticipando che domani mattina spedirà tutto in procura per verificare se ci siano o meno legami di parentela con politici, amministratori e dirigenti del Palazzo.

Il presunto caso  è venuto a galla nel corso dei lavori del consiglio di oggi 29 luglio, poco prima che fosse messa ai voti la delibera sull’aumento della tassa sui rifiuti, con esenzione dal pagamento per le famiglie il cui reddito arriva sino a duemila euro, emendamento proposto da Rino Giannace della lista Progettiamo Brindisi. Approvata con 19 sì, arrivati dalla maggioranza di centrosinistra, ricompattata con Impegno sociale, senza il voto di Antonio Elefante, anche segretario cittadino del Pd: il consigliere comunale si è astenuto.

E chiaro è il messaggio che Elefante ha voluto lanciare ai colleghi della coalizione di governo e soprattutto al sindaco e all’assessore all’Igiene Urbana, Antonio Monetti, l’uno e l’altro contestati per scarsa incisività e poca attenzione alle reali istanze dei cittadini, in occasione della conferenza stampa di qualche settimana addietro, quando lo stesso segretario cittadino bocciò l’arrivo in giunta di un esponente centrista, al secolo Ugo Poli, titolare della Programmazione economica, che avrebbe spostato l’asse della giunta, riesumando il modulo del Laboratorio politico risalente al periodo di Massimo Ferrarese.

Massimiliano OggianoAl di là del dato politico che sicuramente avrà conseguenze interne al Pd, la scoperta di dieci assunzioni tramite una Onlus ha contribuito ad infiammare gli animi dei consiglieri e di qualcuno seduto tra il pubblico, subito dopo che ha chiesto di parlare il primo cittadino.

“Ho appreso da Massimiliano Oggiano delle assunzioni di dieci persone da parte di Ecologica che oggi in subappalto ha affidato un servizio a una cooperativa Onlus: è partita immediatamente la diffida – ha annunciato Consales - con richiesta di bloccare tutto e ho personalmente chiesto di avere l’elenco di queste persone che trasmetterò per opportuna conoscenza alla Procura della repubblica. La ringrazio ancora per questo, perché ho saputo da lei e non dalla struttura comunale”.

Dal pubblico, Oggiano ha sentito qualcosa. Cosa? Non è ben chiaro, ma il consigliere ha ritenuto doveroso chiedere la parola per un intervento qualificato come “personale” dopo esserci rivolto a un ragazzo seduto in prima fila nella parte riservata al pubblico:  “Mi stai minacciando?”. Il giovane ha farfugliato qualcosa e poco dopo è andato via.

“Se succede qualcosa alla mia persona, ma soprattutto ai miei affetti, alla mia famiglia, sappia – sindaco – che il messaggio subliminale lanciato qui in aula è stato immediatamente raccolto e io mi comporterà di conseguenza. Lo ribadisco a me stesso: io ho contestato il metodo che la giunta ha seguito visto che da un lato dice che per lo svolgimento dei servizi aggiuntivi, Ecologica non dovrà ricorrere alla platea storica, e dall’altro dice di non sapere niente”.

Il sindaco ha replicato: “Non ho lanciato alcun messaggio subliminale. Lei, Oggiano non c’entra niente, ha solo anticipato qualcosa che probabilmente avrei appreso tra domani e dopodomani. Le ricordo che io stesso sono stato minacciato con la pistola, ho subito l’incendio di auto e sono stato sotto scorta sino a quando non ho rinunciato. Le ricordo anche che io stesso ho chiesto alla Multiservizi di revocare undici lettere di assunzioni. Ora dobbiamo sintonizzarci su una cosa: è scandaloso che per le assunzioni si usi una cooperativa, per cui se ci sono parentele o legami di altra natura che coinvolgono il Comune, la Procura procederà per quanto di sua competenza”. Adesso è caccia ai quei nomi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecologica, denuncia in consiglio: "Dieci assunzioni tramite una Onlus"

BrindisiReport è in caricamento