Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Ecologica Pugliese: ancora dubbi sul Durc, gli stipendi restano bloccati

Rappresentanti del Comune domani si recheranno presso la sede dell'Inps di Bari per verificare se l'azienda è in regola o no con i contributi. Al vaglio una nuova soluzione prevista dal codice degli appalti. Venerdì pomeriggio incontro fra la Falzarano e i sindacati per il passaggio di cantiere

BRINDISI – Al termine di una giornata convulsa, l’amministrazione comunale non ha potuto sbloccare il pagamento degli stipendi nei confronti dei lavoratori della ditta Ecologica Pugliese, in attesa dallo scorso 15 marzo della mensilità di febbraio. Il problema è il Durc, documento che accerta se una ditta è in regola o meno con il versamento dei contributi previdenziali.

La società di Capurso (Bari) sostiene che il Durc le è stato rilasciato nella mattinata odierna. A dimostrazione di questo, è stata consegnata al Comune una pec inviata dall’Inps dalla quale risulterebbe che la procedura per il conseguimento del Durc è stata regolarmente avviata. All’amministrazione comunale, però, non basta la mail esibita da Ecollogica Pugliese. Per dare il via libera al pagamento degli stipendi (per l’ennesima volta sarà il Comune a versare direttamente sui conti correnti dei lavoratori la mensilità di febbraio, bypassando l’azienda appaltatrice), è necessario che il bollino che affianca la voce Durc, sulla piattaforma dell’ente previdenziale alla quale hanno accesso le stazioni appaltanti della pubblica amministrazione, da rosso (come è adesso) passi a verde.

4c1986a0-a81c-4c02-a74f-e701d06d86cc-2

Nella mattinata di domani (24 marzo) emissari del Comune andranno a Bari per verificare direttamente presso la sede dell’Inps se il Durc è ok o meno. In caso contrario, il codice degli appalti offre un’altra possibilità. L’amministrazione comunale, infatti, potrebbe saldare il debito maturato da Ecologica Pugliese con l’ente previdenziale, per poi destinare ai lavoratori la parte restante del canone mensile pari a un milione 154mila euro (iva esclusa) cui l’azienda ha diritto, nella speranza che questa basti a coprire gli stipendi di tutti e 234 i dipendenti della platea storica.

La situazione, insomma, è abbastanza complicata. I lavoratori sono esasperati dai continui ritardi nel pagamento delle loro spettanze. Un folto gruppo di operatori ecologici fin da stamani ha presidiato l’esterno di Palazzo di Città, in attesa di un incontro con la sindaca. Solo nel pomeriggio i rappresentanti delle organizzazioni sindacali, oltre agli stessi lavoratori, sono stati ricevuti dal primo cittadino presso la sala Mario Marino Guadalupi.

Domani mattina gli stessi sindacalisti potrebbero incontrare l’azienda per discutere dell’avvio della procedura di raffreddamento (non va dimenticato infatti che dalla scorsa settimana il personale è in stato di agitazione). Alle ore 15, poi, ci sarà un nuovo incontro con i rappresentanti della Falzarano (la ditta che si è aggiudicata il bando di gara biennale del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani) per raggiungere l’accordo riguardante il passaggio di personale, dopo che i due incontri svoltisi settimane fa si conclusero con una fumata nera, in quantoo l’azienda di Benevento non diede la propria disponibilità a riconoscere le indennità già riconosciute da Ecologica Pugliese.

L’accordo sindacale riguardante il passaggio di cantiere è uno dei tasselli per il subentro del nuovo gestore, dopo il vial libera del Tar.  Da quanto riferito dal dirigente comunale del settore Ecologia e Ambiente, Gaetano Padula, fra ieri e oggi la Falzarano ha fatto pervenire “ulteriori e risolutive documentazioni”, comunicando che fra sabato e domenica i mezzi di servizio verranno portati a Brindisi. Se nel frattempo arriverà l’intesa con i sindacati, fra lunedì e martedì della prossima settimana i tecnici comunali potranno effettuare le verifiche del caso sui veicoli, sulle attrezzatore e sul cantiere, che verrà allestito in un piazzale situato nella zona industriale, nei pressi della sede della Stp. Onde evitare il ripetersi dell’odissea degli ultimi mesi, il Comune ha inserito nel capitolato una condizione di risoluzione del contratto, in caso di mancato pagamento degli stipendi. 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecologica Pugliese: ancora dubbi sul Durc, gli stipendi restano bloccati

BrindisiReport è in caricamento