Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Ecotecnica pronta a subentrare domenica, ma Ecologica ricorre al Tar

Ennesimo colpo di scena nel settore dei rifiuti. Il gestore uscente ha presentato richiesta di sospensiva dell'affidamento all'azienda salentina. La decisione del Tar potrebbe arrivare entro domani

BRINDISI-  I colpi di scena non mancano mai nel settore dei rifiuti, a Brindisi. Stamani, mentre Ecotecnica siglava l'accordo con i sindacati per il passaggio di personale dopo aver sistemato gli ultimi dettagli con l'amministrazione comunale, presso il Comune di Brindisi veniva notificato il ricorso presentato al Tar di Lecce dal gestore uscente del servizio di raccolta dei rifiuti, Ecologica Pugliese, contro l'affidamento a Ecotecnica. La notizia è trapelata nel pomeriggio. 

La dittà di Capurso ha inoltre formulato istanza di sospensiva inaudita altera parte (senza l'ascolto del Comune di Brindisi) con procedura d'urgenza. Ciò vuol dire che già nella giornata di domani (8 luglio) potrebbe arrivare la decisione del Tar sulla richiesta di sospensiva. Tale decisione dovrà poi essere confermata tramite un'udienza alla quale saranno presenti tutte le parti in causa. Si  tratta dunque dell'ennesima grana in un settore già paralizzato da un ginepraio di contenziosi. 

Eppure la giornata era iniziata nel migliore dei modi, visto che l’accordo sindacale era stato raggiunto nel giro di un’ora. Ecotecnica è pronta a prendere le redini del servizio nella giornata di domenica. Si tratta in realtà di un ritorno, perché la ditta di Lequile (Lecce) aveva già espletato il servizio di raccolta differenziata per conto del Comune di Brindisi, prima dell’arrivo della Monteco.

LA VIDEOINTERVISTA AL RESPONSABILE DI ECOTECNICA

Il presidente della ditta, Luigi Zilli, e il direttore generale, Federico Zilli (figlio di Luigi), accompagnati dall’avvocato brindisino Massimiliano Ciullo, responsabile del settore legale, hanno incontrato i rappresentanti delle organizzazioni sindacali e un folto gruppo di lavoratori presso la sala Mario Marino Guadalupi di Palazzo di Città. Prima dell’inizio della discussione, i dirigenti della Ecotecnica si sono incontrati separatamente con il dirigente dell’ufficio Ecologia Ambiente, Gaetano Padula, e il responsabile del servizio, l’ingegnere Gianluigi Fantetti, per superare una divergenza riguardante la concessione delle premialità erogate dal consorzio Conai (Consorzio privato che opera senza fini di lucro ed è un sistema che costituisce la risposta delle imprese private ad un problema di interesse collettivo, quale quello ambientale, nel rispetto di indirizzi ed obiettivi fissati dal sistema politico) in caso di raggiungimento degli obiettivi riguardanti la raccolta differenziata.

L'INTERVENTO DEL MOVIMENTO +39

Sciolto, nel giro di pochi minuti, questo nodo, azienda e sindacati hanno trovato successivamente l’intesa sul passaggio di personale. Ecotecnica ha accolto tutte le richieste dei sindacati, comprese quelle riguardanti il riconoscimento delle indennità maturate negli ultimi anni.  La società Salentina prenderà in affitto lo stesso capannone situato in via Galileo Ferraris, nella zona industriale di Brindisi, utilizzato dal novembre 2014 da Ecologica Pugliese (nella foto in basso, Luigi Zilli).

Luigi Zilli, Ecotecnica-2

Per quanto riguarda i mezzi, verrà confermato il noleggio di quelli di proprietà della Ecogest già in uso al gestore uscente. In aggiunta, sono in arrivo altri 15 veicoli, una parte dei quali appena immatricolata, presi a noleggio da un’altra azienda e ulteriori mezzi di proprietà della Tecnoservice che arriveranno via mare dalla Sicilia. Ecotecnica dispone di un centro di selezione dei rifiuti differenziati a Lequile e di un impianto di trattamento del vetro a Copertino. Da quanto appreso dalla proprietà, ad ogni modo, si continuerà a utilizzare anche il centro di selezione della differenziata della BriEcologica, alle spalle dello stabilimento di via Ferraris.

Ecotecnica si è aggiudicata la procedura negoziale indetta dal commissario straordinario del Comune di Brindisi, Santi Giuffrè, dopo la revoca dell’affidamento alla ditta Falzarano, con la quale è in atto in contenzioso che approderà nuovamente al Tar, con l’udienza di merito. Il capitolato è della durata di sei mesi. Ma se si considera che l’agognato bando di gara decennale dei Comuni dell’Aro/Br2 sembra ancora un miraggio, non è escluso che Ecotecnica possa restare più a lungo.

Luigi Zilli, intervistato da Brindisireport in mattinata, ha assicurato il massimo impegno da parte della ditta per far rientrare, nel giro di pochi mesi,  entro standard igienico sanitari accettabili una città che sprofonda sempre di più nel degrado, come testimoniato dalle erbacce che ricoprono i marciapiedi, dai mobili abbandonati agli angoli delle strade, dai sacchetti che si accumulano intorno ai cassonetti, dal proliferare di blatte e topi e dal vergognoso stato in cui versano le spiagge pubbliche, invase da cumuli di spazzatura. Edologica Pugliese, però, non demorde. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecotecnica pronta a subentrare domenica, ma Ecologica ricorre al Tar

BrindisiReport è in caricamento