Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Edilizia pubblica: "Gli inquilini brindisini tagliati fuori dalle detrazioni"

Niente detrazioni per gli inquilini degli alloggi di edilizia pubblica della provincia di Brindisi, rimasti a bocca asciutta nel 2015. Questi infatti non hanno potuto cioè usufruire delle detrazioni a favore degli assegnatari di alloggi sociali previsti dall’art. 7 del D. L. 47/14 convertito nella legge 80/14.  Lo si apprende da una nota di Cgil e Sunia

BRINDISI - Niente detrazioni per gli inquilini degli alloggi di edilizia pubblica della provincia di Brindisi, rimasti a bocca asciutta nel 2015. Questi infatti non hanno potuto cioè usufruire delle detrazioni a favore degli assegnatari di alloggi sociali previsti dall’art. 7 del D. L. 47/14 convertito nella legge 80/14.  Lo si apprende da una nota congiunta firmata dal segretario generale di Cgil Brindisi, Michela Almiento, e dal segretario provinciale di Sunia (Sindacato Nazionale Unitario Inquilini ed Assegnatari) Brindisi, Marcello Petarra. 

“Per potere beneficiare di tale detrazione – si legge nella nota - l’inquilino deve produrre il contratto di locazione nonché una certificazione rilasciata dall’ente proprietario (Arca., ex Iacp Comune), che attesta che l’unità immobiliare assegnatagli è un alloggio sociale”.

“Sulla base di ciò, gli ex Iacp di Bari e Taranto hanno rilasciato la certificazione necessaria, mentre quello di Brindisi (ed anche, a quanto pare, quello di Lecce) – a detta della Almiento e di Petarra - si è rifiutato, sostenendo che la definizione di alloggio sociale contenuta nella L. 80/14 è ambigua”. 

Secondo i sindacati “non è servita neppure una riunione ad hoc promossa a fine luglio dall’Assessore regionale alla Pianificazione territoriale Arch. Curcuruto per fugare le perplessità dell’Istituto brindisino”. “Sarebbe stato ancora possibile con una integrazione alla dichiarazione dei redditi da effettuare entro il 20 ottobre – si legge ancora nella nota - beneficiare delle detrazioni. 

“Al di là dei dubbi dei dirigenti dell’Istituto, che comunque responsabilmente andavano approfonditi nel merito in tempo utile - sostengono la Almiento e Petarra - di fatto  i cittadini assegnatari brindisini  non hanno potuto beneficiare della misura  risultando quindi danneggiati rispetto   ai cittadini di altre province. E’ dunque necessario che, in occasione della prossima stagione fiscale, la situazione venga chiarita al fine di evitare nuovamente disparità di trattamento e perdita di benefici”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edilizia pubblica: "Gli inquilini brindisini tagliati fuori dalle detrazioni"

BrindisiReport è in caricamento