Cronaca

“Educatori per asili nido, concorso per pochi intimi”

Serra dei 5Stelle: “Potrei scrivere in una busta i nomi dei vincitori”. Il Comune: "personale esperto"

BRINDISI – “Non sono un mago, ma potrei scrivere su una busta i nomi dei vincitori del concorso per educatori di asili nido indetto dal Comune di Brindisi: è un bando per pochi intimi e non per tutti”.

La polemica

Ha alzato la voce Gianluca Serra, capogruppo in Assise del Movimento 5Stelle, dopo aver appreso che la Giunta ha modificato la modalità di selezione per l’assunzione a tempo determinato di tre educatrici asili nido. Lo ha fatto a margine della presentazione dell’interpellanza urgente in Consiglio comunale.

La Giunta

Il cambio di rotta risale al primo agosto scorso e nel testo del provvedimento adottato dall’esecutivo si fa riferimento alla “ricezione di Pec” arrivate il 7 e il 13 giugno “con cui alcune unità, già titolari di contratto di lavoro a tempo determinato”, hanno dichiarato di aver prestato servizio per l’Amministrazione comunale di Brindisi.

Il bando

  L’amministrazione non ha dato, a nostro parere, valide motivazioni circa la scelta di passare da un concorso pubblico aperto a tutti gli aventi diritto ad un concorso di “stabilizzazione” per pochi intimi”, dice Serra. “Non ci soddisfa il richiamo ad una presunta esperienza acquisita negli anni dai soggetti interessati, perché decine di donne hanno maturato pari, se non superiore esperienza, in cooperative convenzionate con il Comune di Brindisi”, prosegue.

La stabilizzazione

“Non ci convince la stessa stabilizzazione poiché non si affronta nessuna emergenza” occupazionale: le persone che potranno concorrere, nella stragrande maggioranza, hanno lavorato, su chiamata partendo da una graduatoria per titoli, fino al 2013 e spesso part- time”.

“Non ci soddisfa, infine, il richiamo al rischio di probabili contenziosi al Tar qualora si fosse confermata la scelta del concorso pubblico”, dice Serra. “Prendiamo atto che si è scelto deliberatamente di escludere una intera categoria di lavoratrici dalla possibilità di ambire ad un lavoro stabile. In tema di assunzioni un cambiamento c’è stato, ma in peggio”.

Gli ex presidenti di circoscrizione

I consiglieri del Movimento 5Stelle hanno riproposto il caso degli ex presidenti di circoscrizione e delle somme, a titolo di indennità di funzione, percepite e oggetto di contenzioso: “L’amministrazione non procede al recupero delle stesse in attesa di una sentenza della Corte di Appello. La Cassazione ha già eliminato ogni ostacolo al recupero”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Educatori per asili nido, concorso per pochi intimi”

BrindisiReport è in caricamento