Omicidio Maldarella, eseguita l'autopsia: numerose coltellate

Dall'analisi delle ferite si cerca di risalire al numero di armi utilizzate. Possibili ulteriori sviluppi investigativi

OSTUNI – Numerose coltellate hanno colpito Giuseppe Maldarella. Da chiarire quante siano state quelle mortali. E' stata effettuata l'autopsia sul corpo del commerciante di Ostuni ucciso la sera di sabato (13 luglio), al culmine di una violenta lite. Iniziato intorno alle ore 20,30 di giovedì (18 luglio) l’esame autoptico è andato avanti fino alle 2,30 di notte.

Il medico legale Antonio Carusi ha analizzato più di venti ferite, in presenza anche del consulente nominato dalla famiglia della vittima, Donato Sardano. La perizia, in attesa dei risultati degli esami istologici sui tessuti biologici, verrà depositata entro i prossimi 90 giorni.  Gli investigatori mantengono stretto riserbo, poiché non si possono escludere ulteriori sviluppi. Se l’analisi delle ferite dimostrerà che le stesse sono state inferte da più armi, la cerchia delle persone coinvolte potrebbe infatti allargarsi.

Al momento sono quattro le persone tratte in arresto, tutte con l’accusa di omicidio volontario in concorso, con le aggravanti della premeditazione e dei futili motivi. Si tratta di un 17enne, in custodia presso una comunità, e tre componenti della famiglia Moro: il figlio Lorenzo Moro, 20 anni, il padre Domenico Germano Moro, 45 anni, e la madre Cinzia D’Amico, 41 anni.

I poliziotti della squadra Mobile di Brindisi diretti da Rita Sverdigliozzi e gli agenti del commissariato di Ostuni coordinati da Gianni Albano sono ancora al lavoro per chiarire la dinamica dei fatti. Fin da subito si è capito che il delitto era arrivato al culmine di un aspro litigio scaturito da dissidi riguardanti una relazione intrecciata fra la figlia di Maldarella e Lorenzo Moro. La vittima, titolare di una caffetteria in piazza Matteotti, e la moglie non vedevano la ragazza da un paio di giorni. I due coniugi la tarda serata di sabato, entrambi disarmati, si sarebbero diretti verso l’abitazione della famiglia Moro per dei chiarimenti. Ma il confronto è degenerato fino al tragico epilogo, consumatosi nei pressi della centralissima viale Pola, a quell’ora ancora molto trafficata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo l’autopsia, la salma è stata restituita ai familiari. I funerali si svolgeranno alle ore 10 di sabato (20 luglio) presso Santa Maria madre della chiesa, in via Berlinguer. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

  • Droga, rapine, armi: chiesto giudizio anche per 5 brindisini

Torna su
BrindisiReport è in caricamento