menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza sangue, Avis di Mesagne organizza raccolta sangue

Si rinnova l'appuntamento con la donazione del sangue per la sezione dell'Avis "Stefano Beccarisi" di Mesagne, che ha organizzato per domenica 26 marzo una nuova occasione per donare a chi ha bisogno

MESAGNE - Si rinnova l’appuntamento con la donazione del sangue per la sezione dell’Avis “Stefano Beccarisi” di Mesagne, che ha organizzato per domenica 26 marzo una nuova occasione per donare a chi ha bisogno.

A partire dalle ore 8 alle 12, i volontari dell’associazione accoglieranno tutti coloro che, soci e non, vorranno contribuire con il proprio apporto alla donazione del sangue. L’autoemoteca del Centro Trasfusionale dell’ospedale “Perrino” di Brindisi sarà nei pressi della Parrocchia della Santissima Annunziata, pronta a raccogliere le sacche di coloro che sosterranno la causa dell’Avis.

“Per quanto ci si impegni con ogni sforzo – commenta il presidente Antonio Capodieci – l’ospedale deve sempre sopperire alle carenze di sangue. Il dovere delle associazioni come l’Avis è quello di creare momenti collettivi di dono e partecipazione, perché si sensibilizzi la cittadinanza alle donazioni con l’esempio. Sono tanti i nuovi soci che aderiscono alle nostre raccolte, ma ci attiviamo perché il numero e l’impegno di tanti cresca e duri nel tempo. Facciamo appello a tutti coloro che sono nelle condizioni di donare a non esitare a fare questo gesto di solidarietà che serve ad alleviare le sofferenze altrui”. Un ringraziamento particolare va al parroco della Comunità della SS. Annunziata, don Salvatore Tardio, che non ha esitato a offrire l'utilizzo del salone parrocchiale, sposando la causa. A tutti coloro che doneranno sarà consegnato un gradito omaggio.  

Per donare bisogna avere una età compresa fra i 18 ed i 65 anni, pesare almeno 50 kg, essere in buone condizioni di salute e condurre uno stile di vita senza comportamenti a rischio, non aver assunto alcun farmaco nell’ultima settimana (antidolorifici e aspirine). In occasione di donazioni mattutine, è richiesto arrivare alla sede della raccolta digiuni o con al massimo un caffè zuccherato e qualche biscotto o fetta biscottata. Da evitare latte e suoi derivati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento