Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Carenza di sangue e Talassemia, l'appello: "Donate anche per noi"

Arriva l'estate, come ogni anno si rischia l'emergenza sangue e il responsabile del dipartimento di medicina trasfusionale dell'ospedale Perrino di Brindisi, Francesco Cucci, non può che esternare preoccupazione quando, raggiunto telefonicamente da qualche giornalista, gli vengono chieste informazioni sulle scorte di sangue a disposizione del reparto

BRINDISI – “Andare a donare il sangue dovrebbe essere come andare a fare la spesa la mattina e cioè un’azione spontanea, naturale che non dovrebbe avere bisogno di campagne di sensibilizzazione, purtroppo però a Brindisi non è così, c’è una media di 5 massimo 6 donatori al giorno ma la richiesta di sangue è sempre alta. Dovremmo sentirci come se ci trovassimo tutti su una barca dove per andare avanti si deve remare insieme”. Arriva l’estate, come ogni anno si rischia l’emergenza sangue e il responsabile del dipartimento di medicina trasfusionale dell’ospedale Perrino di Brindisi, Francesco Cucci, non può che esternare preoccupazione quando, raggiunto telefonicamente da qualche giornalista, gli vengono chieste informazioni sulle scorte di sangue a disposizione del reparto: “Non siamo ancora in emergenza ma manca poco, ogni giorno si devono fare salti mortali per coprire il fabbisogno di sangue, basterebbe un po’ di collaborazione” .

Insieme a lui è preoccupato anche chi soffre di patologie che costringono a continue trasfusioni, come coloro che sono affetti da talassemia, una malattia del sangue molto diffusa causata da un’alterazione genetica del midollo osseo che non permette di produrre emoglobina normale. D.M. una 34enne di San Pancrazio Salentino che lo scorso anno si è attivata per avviare una campagna di sensibilizzazione per la donazione anche quest’anno chiede l’aiuto alle redazioni giornalistiche. Ogni anno con la stagione estiva, quando si registra un aumento del numero di incidenti stradali gravi che richiedono sangue, le scorte a disposizione del reparto di ematologia dell’ospedale Perrino di Brindisi che fornisce sangue su tutto il territorio si riducono drasticamente e chi ha bisogno regolarmente di trasfusioni si ritrova a dover rinunciare a una vita “normale”. Una situazione che è andata peggiorando all’inizio dell’estate scorsa quando è stata interrotta la convenzione con l’Avis, l'associazione di volontariato che fino a qualche mese prima garantiva un continuo apporto al dipartimento di Medicina trasfusionale. 

“Quando arriviamo in reparto veniamo sottoposti a un prelievo e tra noi vengono “scelti” coloro che hanno i valori più bassi, gli altri tornano a casa con l’invito a tornare il giorno successivo e con la speranza di trovare il sangue. Con l’emoglobina a livelli bassi non si può vivere, ci si sente sempre stanchi e affaticati e ogni piccolo movimento è uno sforzo enorme, non si respira. Per stare bene dovremmo ricevere due sacche ogni 15 giorni ma questa ormai è diventata un’utopia. E da quanto ho capito andrà sempre peggio”, aveva spiegato la 34enne di San Pancrazio Salentino a settembre scorso in una precedente intervista. Ad oggi la situazione è invariata, c'è sempre un punto interrogativo per chi soffre di talassemia.

“Fino a qualche tempo fa ricevevamo solo una sacca, adesso se quando arriviamo non ce ne sono due torniamo direttamente a casa. Con una sacca non si va da nessuna parte quindi viene data la priorità a chi ha i valori più bassi. Purtroppo in queste condizioni non si può vivere bene, se ci fossero più donazioni sarebbe tutto più semplice non vivremmo giornalmente con l’incubo di non trovare sangue, basterebbe collaborazione da parte di tutti e sensibilizzazione per questo problema così grande. Temo che per e per chi si trova nella mia stessa situazione stia per arrivare un periodo "nero", si sa che d'estate la richiesta di sangue aumenta e la priorità viene data a chi rischia la vita, magari a causa di un incidente. Per questo sarebbe opportuno arrivare al periodo estivo con scorte di sangue a sufficienza per affrontare ogni situazione ed emergenza, per questo chiedo a tutti di donare”.

Si ricorda che chi è interessato a donare può recarsi tutti i giorni dalle 8 alle 12 (esclusa la domenica) al Centro trasfusionale del Perrino. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carenza di sangue e Talassemia, l'appello: "Donate anche per noi"

BrindisiReport è in caricamento