Emesso provvedimento interdittivo antimafia nei confronti di un ristoratore

Attività di vigilanza e controllo del territorio che consentono ai Prefetti di vigilare sulle possibili infiltrazioni mafiose nell'economia legale

BRINDISI - Adottata interdittiva antimafia nei confronti del titolare di un’attività commerciale che opera nel settore della ristorazione in un paese a sud di Brindisi.

“Nel quadro dell’attività di vigilanza e controllo del territorio, disposta anche in relazione alle direttive del signor Ministro dell'Interno rivolte ai Prefetti di vigilare sulle possibili infiltrazioni mafiose nell'economia legale, il Prefetto di Brindisi, all’esito di una complessiva attività informativa, ha adottato un provvedimento interdittivo antimafia, nello specifico, nei confronti di una ditta operante nel settore commerciale”. Si legge in una nota inviata dalla Prefettura.

“L'attività di contrasto alle infiltrazioni nell’economia è effettuata con le  verifiche antimafia previste dalle vigenti disposizioni che consentono al Prefetto di estendere gli accertamenti sia sulle imprese che instaurano rapporti con la Pubblica Amministrazione (per appalti e finanziamenti) sia sul conto delle aziende che chiedono agli uffici pubblici il rilascio di autorizzazioni commerciali, licenze o iscrizioni in albi pubblici. Il provvedimento adottato risponde all'esigenza di rafforzare la tutela dell'economia legale".

Seguono aggiornamenti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Festa di compleanno senza mascherine, ma con petardi: 11 denunce

  • Covid, Puglia: contagi di nuovo in aumento. Emiliano: "Rt pari a 1.06"

Torna su
BrindisiReport è in caricamento