menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli ex lavoratori della Nubile all'esterno della prefettura

Gli ex lavoratori della Nubile all'esterno della prefettura

Emiliano incontra i lavoratori ex Nubile, Santa Teresa e Sanitaservice

Prima di recarsi presso il Grande Albergo Internazionale per l'assemblea regionale del Pd, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha incontrato in Provincia lavoratori e organizzazioni sindacali per discutere le vertenze occupazionali riguardanti le ditte Nubile, Santa Teresa e Santaservice

BRINDISI – Prima di recarsi presso il Grande Albergo Internazionale per l’assemblea regionale del Pd, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha incontrato in Provincia lavoratori e organizzazioni sindacali per discutere le vertenze occupazionali riguardanti le ditte Nubile (40 lavoratori senza stipendio da ottobre, in attesa del passaggio di personale alla partecipata Amiu srl di Bari), Santa Teresa (il prossimo 15 febbraio scadrò la proroga concessa a 38 dipendenti, che si ritroveranno sull’orlo del licenziamento) e Sanitaservice (lavoratori assunti a tempo determinato e licenziati prima della scadenza del contratto. 

Il sindacato Cobas ha fatto una sintesi dell’incontro attraverso una nota stampa firmata dal segretario provinciale Roberto Aprile. Le risposte date da Emiliano, a dette di Aprile, sono “certamente positive se avranno un seguito”. Ad ogni modo il governatore ha dato “una  grande disponibilità ad aggredire i problemi che gli abbiamo posto”.

Emiliano “ha affermato – scrive Aprile - che non era venuto preparato per questi incontri ma che aveva accettato subito l’idea del confronto con le organizzazioni sindacali”.

“Nel corso della riunione sulla Santa Teresa  -si legge nella nota - il Cobas ha chiesto il rinvio dei licenziamenti, così come è già avvenuto una volta, e di avviare un immediato tavolo di trattativa con la Regione”.

Per quanto riguarda i lavoratori della ditta Nubile, rappresentati dal rappresentante sindacale sindacale Danilo Reho, e di ex Sanitaservice, Emiliano si è preso l’impegno di rivedersi presto. “Certamente per i lavoratori di Nubile  - prosegue Aprile - il sequestro degli impianti non ci aiuta a trovare una immediata soluzione . Bisogna costruire un percorso, anche con la magistratura, che ci porti a bonificare gli stessi impianti ed a rientrare tutti a lavoro”.  Inoltre è stata posta la questione riguardante "il completamento del ciclo dei rifiuti, compostaggio e filiere del riciclaggio, rappresentando anche il gruppo dei lavoratori in attesa di collocazione ex Dow, disoccupati, Termomeccanica".

A proposito dei lavoratori Sanitaservice, infine, Aprile sostiene che questi “devono rientrare a lavoro perché, anche secondo i nostri legali, il provvedimento della ditta è illegale. Quei  pochi mesi di lavoro cancellati devono essere restituiti a gente che ha assolutamente bisogno . In molti casi addirittura avevano lasciato lavori precari per accettare quello di Sanitaservice e rimanendo adesso a mani vuote”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento