menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tre arresti in un casolare di campagnia: premiati quattro carabinieri

I militari lo scorso 4 agosto parteciparono al blitz scaturito da un grave atto intimidatorio contro una famiglia

Il comandante provinciale dei carabinieri di Brindisi, colonnello Giuseppe De Magistris, nel corso di un incontro avuto con i militari della sede, ha voluto tributare il suo vivissimo apprezzamento al tenente Marco Colì, al maresciallo Capo Ivan Pellé e agli appuntati scelti Giuseppe Conte e Giuseppe Bergamo, delle Api (Aliquota di primo Intervento) della sezione radiomobile della compagnia di Brindisi, per la brillante operazione che ha condotto alla cattura nel comune di Fasano di quattro persone del posto arrestate per gravi reati che avevano suscitato non poco allarme sociale tra la popolazione. Di seguito, viene riportata la motivazione del “Vivissimo Apprezzamento” tributato ai militari dal Colonnello Giuseppe De Magistris:

“A seguito di efferata spedizione punitiva ai danni di un nucleo familiare del comune di Fasano, collaborava i colleghi della locale compagnia nel rintracciare i quattro autori, tre dei quali nel frattempo datisi alla macchia, e di eseguire nei loro confronti un provvedimento di fermo d’indiziato di delitto per i reati di tentato omicidio, danneggiamento seguito da incendio, rissa, violazione di domicilio, rapina aggravata, lesioni aggravate, danneggiamento in concorso e porto abusivo di arma comune da sparo e proiettili”. 

“L’operazione si concludeva con il rintraccio dei tre prevenuti, localizzati in remoto casolare di campagna, da dove essi cercavano di sottrarsi alla cattura, opponendo attiva resistenza, e il sequestro di una pistola con matricola e marca abrase e di sostanza stupefacente, per la quale essi sono stati anche arrestati in flagranza di reato”.
 

  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento