Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Consales convoca l'Enel: "Chiarezza su ambiente e investimenti per il territorio"

Il sindaco Mimmo Consales chiama a rapporto l'Enel. Lo fa attraverso una richiesta urgente di incontro inviata ai manager dell'azienda: l'amministratore delegato, Francesca Starace; il direttore Country Italia, Carlo Tamburi; il responsabile della Generaziona Italia, Giuseppe Molina; il responsabile delle Relazioni esterne, Massimo Bruno

BRINDISI – Il sindaco Mimmo Consales chiama a rapporto l’Enel. Lo fa attraverso una richiesta urgente di incontro inviata ai manager dell’azienda: l’amministratore delegato, Francesca Starace; il direttore Country Italia, Carlo Tamburi; il responsabile della Generaziona Italia, Giuseppe Molina; il responsabile delle Relazioni esterne, Massimo Bruno.

Si riporta di seguito la lettera firmata dal primo cittadino.

La città di Brindisi ha sviluppato nel tempo una cultura industriale grazie alla presenza, sul proprio territorio, di realtà produttive di rilevanza internazionale.
Aziende che, con i loro stabilimenti, hanno dato occupazione a migliaia di nostri concittadini ed hanno reso possibile un concreto sviluppo del territorio. Non sono mancati, però, i problemi, a partire da quelli di carattere ambientale, che potranno essere risolti solo in presenza di un impegno diretto del Governo nazionale e di coloro che, nel tempo, hanno prodotto varie forme di inquinamento.
Grazie alla maturità dimostrata dalla nostra popolazione ed alla disponibilità di chi, negli anni, ha guidato la Vs. azienda, con l’Enel molti problemi sono stati affrontati e risolti. Per altre questioni, invece, si rende necessario riattivare rapporti più approfonditi allo scopo di codificare, con accordi ben definiti, la presenza dell’Enel sul nostro territorio. Da qui la richiesta di un incontro finalizzato a codificare una intesa complessiva.
Una sostanziale intesa in tal senso (sul modello di ciò che è avvenuto a Civitavecchia) è stata raggiunta negli anni scorsi, anche se non si è mai giunti alla effettiva sottoscrizione di un documento in grado di chiarire gli impegni di Enel nei confronti della città di Brindisi.
Ad onor del vero, come più volte ho avuto modo di ribadire, non si parte dall’anno zero, visto che la presenza di Enel è stata tangibile anche in questi anni. Ma è evidente che tutto questo non basta.
In particolare, sarà necessario soffermarsi su quanto segue:
-    Tempi di completamento dei lavori di realizzazione dei due carbonili coperti
-    Tempi certi per la totale dismissione del carbonile scoperto
-    Intervento di bonifica dell’area su cui insiste il carbonile scoperto
-    Valutazione del rapporto dell’Arpa sulla valutazione del danno sanitario 
-    Programmazione di interventi in favore della città di Brindisi
-    Interventi dell’Enel per la riqualificazione urbana della città
-    Partecipazione dell’Enel a progetti di sviluppo culturale e scientifico

    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consales convoca l'Enel: "Chiarezza su ambiente e investimenti per il territorio"

BrindisiReport è in caricamento