Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca

Energeko, via a verifiche delle caldaie. Multe di 110 euro per i non in regola

Via alle verifiche delle caldaie e occhio alle "multe" per il mancato controllo che partono da 110 euro: il Comune di Brindisi ha dato corso al procedimento di autocertificazione e al controllo degli impianti termici, confermando il protocollo d'intesa con la società partecipata Energeko Gas Italia e le associazioni di categoria delle ditte di installazione e manutenzione

BRINDISI – Via alle verifiche delle caldaie e occhio alle “multe” per il mancato controllo che partono da 110 euro: il Comune di Brindisi ha dato corso al procedimento di autocertificazione e al controllo degli impianti termici, confermando il protocollo d’intesa con la società partecipata Energeko Gas Italia e le associazioni di categoria delle ditte di installazione e manutenzione.

Per assolvere all’obbligo c’è tempo sino al prossimo 15 novembre, stando a quanto stabilito dalla Giunta nel corso dell’ultima riunione, su proposta dell’assessore Carmela Lo Martire, titolare delle deleghe al Bilancio e alle partecipate. Il corrispettivo minimo a carico degli utenti è pari a 12,50 euro, Iva compresa, e dovrà essere pagato da coloro i quali sono proprietari di impianti con potenza nominale al focolare minore oppure uguale a 35 kw che presentano autocertificazione, senza distinzione alcuna per l’anno di installazione e che gli importi corrispondenti verranno direttamente versati in favore dell’Amministrazione comunale.

Per gli impianti con macchine frigorifere e pompe di calore con potenza nominale inferiore a 100 kw resta confermata la somma pari 12,50 euro, stesso importo alimentati con teleriscaldamento con sottrazione di scambio termico da rete ad utenza superiore a 10 kw e per gli impianti cogenerativi con potenza elettrica nominale inferiore a 50 kw.

Per gli utenti proprietari di impianti che non hanno provveduto all’obbligo di autocertificazione è stata confermata la sanzione minima pari a 110 euro. La multa lievita in funzione della potenza degli impianti: 144 euro per quelli termici con 35 kw potenza nominale 116,3 kw; 192 per quelli sino a 350 e 252 per quelli che superano. Stessa tariffa per macchine frigorifere/pompe di calore con potenza nominale superiore 100 kw e per impianti cogenerativi con potenza elettrica nominale superiore a 50kw.

“Tutti i predetti importi vengono direttamente versati in favore dell’Amministrazione comunale che riconoscerà e liquiderà lo stesso importo unitario alla società Energeko a fronte di ogni verifica effettuate”, si legge nell’ordinanza firmata dal sindaco Mimmo Consales. “L’attività di controllo degli impianti termici sul territorio comunale, continuerà ad essere seguita dalla società Energeko Gas Italia srl, fatta salva la facoltà dell’Amministrazione comunale di rivedere tale provvedimento alla luce delle disposizioni normative in itinere in materia di società di servizi strumentali, individuando nella figura del direttore tecnico della società Energeko il soggetto preposto al controllo delle autocertificazioni consegnate alla stessa partecipata del Comune con facoltà di disporre l’interruzione immediata dell’erogazione del gas in caso di gravi manchevolezze riscontrate, a tutela della pubblica e privata incolumità e di segnalazione immediata all’Amministrazione cittadina delle anomalie riscontrate e dei provvedimenti assunti”.

Alla Energeko, quale compenso prestazionale ominicomprensivo, spettano le somme rivenienti dalle verifiche effettuate dalle stessa società agli impianti con potenza superiore a 35 kw che verranno versate dall’Amministrazione comunale a seguito di consegna di copia dei rapporti di controllo. L’autocertificazione può avvenire in due modi: attraverso ditte di manutenzione aderenti al protocollo d’intesa con il Comune di Brindisi, la Energeko e le associazioni di categoria oppure direttamente presso gli uffici della società, in via Filomeno Consiglio 4, primo piano scala C (dal lunedì al giovedì dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 16,30).

 Nel primo caso l’importo verrà pagato alla ditta di manutenzione e il tecnico apporrà all’atto della verifica il bollino compilato in triplice copia sulla caldaia, sul libretto di manutenzione e sul rapporto tecnico da consegnare alla Energeko. Nel secondo caso, invece, il versamento dovrà essere fatto tramite bollettino di conto corrente postale (numero 43935824) intestato a Comune di Brindisi-Servizio di tesoreria con la causale Autocertificazione di impianti termici” e solo dopo il pagamento sarà possibile ritirare il bollino. Per ulteriori informazioni è possibile contattare la società partecipata al numero di telefono 0831 525423 oppure mandare una mail all’indirizzo di posta elettronica info@energekogasitalia.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Energeko, via a verifiche delle caldaie. Multe di 110 euro per i non in regola

BrindisiReport è in caricamento