Cronaca San Michele Salentino

Enfiteusi: "Economia cittadina bloccata". Il sindaco convoca le parti

Previsto per lunedì 3 dicembre un incontro fra il principe Dentice di Frasso e il comitato no Entifeusi. Allegrini: "Pronti a rivolgersi ai magistrati civili e penali"

SAN MICHELE SALENTINO – Il sindaco parla di “economia bloccata”, minacciando di rivolgersi alla magistratura civile e penale per dirimere la questione. Il nodo enfiteusi resta insoluto a San Michele Salentino. Il primo cittadino, Giovanni Allegrini, ha organizzato per lunedì prossimo (3 dicembre), alle ore 16,30, presso il municipio, un incontro fra il principe Giuliano Dentice di Frasso e il presidente del comitato “no enfiteusi”, Toninco Chirico.

In questo modo si cercherà di dirimere la controversia scaturita dalla richiesta di somme per canoni enfiteuci avanzate dagli eredi della famiglia Dentice di Frasso  nei confronti dei proprietari di abitazioni sulle quali grava il vincolo dell’enfiteusi. 

“Non possiamo aspettare, ulteriormente – dichiara il sindaco Allegrini attraverso  una nota stampa - miracolosi interventi esterni, per questo abbiamo invitato il principe Giuliano Dentice di Frasso e il presidente del comitato "no enfiteusi", il Signor Tonino Chirico, per lunedì 3 dicembre alle ore 16:30 presso il Comune di San Michele Salentino, per discutere su una ipotesi di accordo a tutela dei cittadini e mettere la parola fine, attraverso un atto di affrancazione. Diversamente questa amministrazione è prontamente decisa a rivolgersi alla magistratura civile e penale". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enfiteusi: "Economia cittadina bloccata". Il sindaco convoca le parti

BrindisiReport è in caricamento