Cronaca

Piazza Mercato: “A Brindisi livello di inciviltà elevata: siamo alla follia”

“Ogni due o tre mesi saltano i dissuasori perché non si riesce a fare 50 metri a piedi”. Così il comandante della polizia municipale, Teodoro Nigro, dopo l’ennesimo atto vandalico: “Purtroppo sono in pochi a segnalare i responsabili”

BRINDISI – “La verità è che a Brindisi siamo arrivati alla follia, risultato di un grado di inciviltà elevata, per cui appellarsi al sistema di controllo con le telecamere non servirebbe e non basterebbe: il problema vero è l’humus, sono le persone che non riescono neppure a fare 50 metri a piedi e vogliono parcheggiare a due passi dal ristorante o dal negozio”.

Teodoro NigroLo sfogo è del comandante della polizia municipale, Teodoro Nigro, all’indomani dell’ennesimo atto vandalico andato in scena nella solita piazza Mercato, dove qualcuno (o più di qualcuno) nella notte tra il 7 e l’8 dicembre scorsi ha spostato i pesantissimi vasi in cemento che erano stati sistemati per impedire l’accesso delle auto in aggiunta ai dissuasori, danneggiati anche questi, con il risultato che stamani il Comune è stato costretto a correre ai ripari (sempre a spese dei cittadini).

L’intervento dovrebbe essere concluso entro questa sera, ma non è questo il punto, il tasto quanto mai dolente per una città che grida rispetto e autorevolezza al pari degli altri capoluoghi, dalla vicina Lecce a Bari, è il senso civico che vuol dire rispetto delle regole. Potrebbero essere necessari mille euro o anche meno, ma la domanda è: quanto resisteranno i vasi e i dissuasori ripristinati?

“Purtroppo siamo costretti a prendere atto del fatto che siamo arrivati a un livello di inciviltà alto, altissimo, per cui qualsiasi cosa si posiziona viene vandalizzata, danneggiata se non addirittura distrutta. Dovremmo riflettere sul fatto che a Brindisi si è costretti a intervenire con la sistemazione di ostacoli come vasi o altro, con l’obiettivo di ottenere il rispetto di divieti, per i quali evidentemente non sono affatto sufficienti i cartelli, né tanto meno le multe dei vigili”, dice il numero uno degli agenti municipali che ieri sera ha inoltrato una nuova richiesta di “ripristino dello stato dei luoghi ai settori Lavori Pubblici e Traffico”.

multe in piazza mercato 2-2-2“L’unico responsabile è l’uomo che proprio non resiste a lasciare l’auto e a camminare a piedi neppure in serate dal clima mite come quello delle ultime giornate, tra l’altro le prime di festa”, va avanti Nigro. “Il risultato è appunto un atto di vandalismo macroscopico, di fronte al quale il comando rinnova l’invito alla collaborazione in termini di segnalazioni, di conseguenza, se c’è qualcuno che ha visto o che dovesse notare situazioni simili a quella scoperta in piazza Mercato, può e deve chiamare il nostro centralino”.

E’ un appello che Brindisi Report raccoglie e gira alla stragrande maggioranza dei brindisini che, invece, un senso civico ce l’ha e si indigna di fronte a notizie simili a differenza dei pochi che sembrano averlo smarrito. Vero è che, al momento, sono ancora poche le denunce: “Purtroppo sono limitati i casi in cui ci sono segnalazioni, ancor meno quelle che arrivano in tempo reale, ecco perché più che preoccuparci di installare telecamere, cosa che implica una necessaria ricerca di fondi che come è noto scarseggiano in questo particolare momento storico, bene si farebbe a collaborare: è un dovere di tutti”.

I numeri di telefono sono i seguenti:  0831 229 533 – 534; fax : 0831 229 508; per il pronto intervento i recapiti sono: 0831 229522 o 0831 229523. Disponibile anche il canale di comunicazione diretta con il comandante, affidato alla posta elettronica: l’indirizzo mail è teodoro.nigro@comune.brindisi.it . “Nella situazione in cui ci troviamo oggi in piazza Mercato è evidente che il Comune e i vigili urbani sono costretti a studiare sistemi che impediscano l’ingresso delle auto ancor più rigidi. Le regole, lo ripeto, vanno rispettate nell’interesse di tutti. Se saltano, accade per colpa di qualcuno che è tra noi”.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Mercato: “A Brindisi livello di inciviltà elevata: siamo alla follia”

BrindisiReport è in caricamento