Cronaca Centro Storico / Via Pola

Ennesimo assalto ai danni della boutique Lutrino: vetrata in frantumi

Non ce’è pace per la boutique Lutrino. La nota attività commerciale di viale Pola, nel centro di Ostuni, è finita nuovamente nel mirino della banda delle spaccate. L’assalto subito la scorsa notte era stato preceduto da altri due furti: il più recente (solo tentato) risale alla notte fra il 16 e il 17 maggio; il primo venne perpetrato la notte fra l’11 e il 12 maggio del 2010

OSTUNI – Non ce’è pace per la boutique Lutrino. La nota attività commerciale di viale Pola, nel centro di Ostuni, è finita nuovamente nel mirino della banda delle spaccate. L’assalto subito la scorsa notte era stato preceduto da altri due furti: il più recente (solo tentato) risale alla notte fra il 16 e il 17 maggio; il primo venne perpetrato la notte fra l’11 e il 12 maggio del 2010.

Il modus operandi è sempre lo stesso. Muniti con ogni probabilità di mazza ferrata, i malviventi hanno rotto la vetrina dell’ingresso secondario che affaccia in una traversa di viale Pola, aprendosi un varco attraverso il quale sono entrati nel negozio e hanno fatto incetta di capi d’abbigliamento firmati. Dopo di che si sono dati alla fuga.

Sul posto si sono recati i poliziotti del locale commissariato al  comando del vicequestore Francesco Angiuli. La zona, considerata il salotto buona della Città Bianca, il cuore pulsante del commercio ostunese, è dotata di decine di telecamere di sicurezza. E’ probabile quindi che i banditi siano stati ripresi da qualche occhio elettronico. Già in giornata, grazie alle immagini, gli investigatori potrebbero ricavare importanti elementi sulla dinamica dei fatti.

E alcune indicazioni sono già arrivate. I poliziotti hanno infatti appurato che i malviventi sono arrivati sul posto a bordo di un'Audi scura. Dopo la rottura della vetrina, l'antifurto si è attivato immediatamente. Una guardia giurata dell'istituto "Blu Vigilanza" ha raggiunto il negozio nel giro di pochi miniti. Ma i delinquenti, nel frattempo, si erano già dileguati con la refurtiva.

Lo scenario, come detto, è molto simile ai precedenti raid. Lo scorso maggio, i malfattori entrarono in azione poco dopo le ore 4 di notte. Muniti di piccone e altri arnesi da scasso tentarono di mandare in frantumi la vetrata.  Ma questa, pur riportando delle lesioni in più punti, resistette ai colpi. E subito dopo l’attivazione dell’allarme, i ladri se la diedero a gambe. Nel maggio del 2010, invece, i ladri riuscirono a rubare giacche, pantaloni, magliette e giubbotti, mandando in fumo la collezione estiva. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ennesimo assalto ai danni della boutique Lutrino: vetrata in frantumi

BrindisiReport è in caricamento