Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

La polizia scova e arresta ai Cappuccini un altro spacciatore

Gli investigatori della sezione antidroga della squadra mobile sequestrano 170 grammi tra marijuana e hascisc in casa di Enrico Carone

BRINDISI –  Continua il pressing della Squadra mobile di Brindisi sulla fitta rete di spaccio operante in città. Compito non facile, che richiede una paziente raccolta di informazioni per cogliere in flagranza di reato le persone individuate come venditori al dettaglio di marijuana, hascisc, cocaina o droghe sintetiche.

L’ultimo colpo andato a segno da parte degli investigatori della Sezione antidroga risale al pomeriggio di sabato 30 marzo, quando si sono presentati a casa di Enrico Carone, 35 anni, uno dei soggetti sospettati, al rione Cappuccini.

Qui la polizia ha trovato e sequestrato 22 involucri di marijuana per un totale di 115 grammi di sostanza stupefacente, due stecchette di hascisc per un peso totale di 34 grammi, e tutto il necessario per confezionare le dosi, dal bilancino elettronico al tritaerba, alle bustine con clip di chiusura.

Molto probabilmente tutto sarebbe finito sul mercato del sabato sera, destinato a consumatori giovani. Enrico Carone è stato arrestato per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, e il pm di turno alla procura ne ha disposto la custodia cautelare nel domicilio, in attesa dell’udienza di convalida da parte del gip. La caccia prosegue.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La polizia scova e arresta ai Cappuccini un altro spacciatore

BrindisiReport è in caricamento