menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Era in terapia, muore per complicazioni: autopsia e denuncia

E’ giunta in ospedale con forti dolori all’addome ma è deceduta mentre i medici stavano per sottoporla a una Tac. Ora si dovrà fare chiarezza

SAN PIETRO VERNOTICO – E’ giunta in ospedale con forti dolori all’addome ma è deceduta mentre i medici stavano per sottoporla a una Tac. Ora si dovrà fare chiarezza, capire se la sua morte si sarebbe potuta evitare. Si tratta di una 38enne di San Pietro Vernotico, D.G. La tragedia si è consumata nella mattinata di sabato 9 dicembre nel Pronto soccorso dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce dove la donna è giunta accompagnata dalla madre. Gli stessi medici che l'hanno presa in carico non riuscendo a salvarla hanno disposto l’autopsia, i famigliari hanno sporto denuncia, a quanto pare presso il Posto Fisso di polizia del Fazzi.

Da quanto si apprende da fonti ospedaliere la donna qualche mese fa aveva avuto una perforazione gastrica che ha messo in serio rischio la sua vita. Fortunatamente poi si è ripresa ma qualche giorno fa è stata colpita da forti dolori addominali tanto che ieri mattina si è reso necessario il trasferimento in ospedale dove però ha smesso di respirare. Si sarebbe potuta salvare? Qualcuno ha sbagliato qualcosa? Se lo chiedono gli stessi medici del Fazzi che hanno deciso di eseguire un esame autoptico e se lo chiede la famiglia. Saranno le dovute indagini a fare chiarezza sulla vicenda. La 38enne lascia i genitori e un fratello.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid in Puglia: calano ancora i ricoveri, ma i numeri restano alti

  • Cronaca

    Auto rubate tornano in circolazione come cloni: due arresti

  • Politica

    Il Tar dà ragione a Maiorano, eletto sindaco per due voti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento