Cronaca

In escandescenze al Pronto soccorso aggrediscono poliziotti: fratelli denunciati

Sono accusati di resistenza a pubblico ufficiale. Un agente è stato colpito a un occhio

BRINDISI - Al Pronto soccorso per una lussazione alla spalla aggrediscono poliziotti. Due fratelli, uno di 34 anni e l'altro di 22 anni di Brindisi, sono stati denunciati per Resistenza a pubblico ufficiale. È accaduto nel pomeriggio di oggi, venerdì 14 giugno al Perrino di Brindisi: uno degli agenti ha riportato un trauma cranio-facciale, escoriazione della cornea ed ematoma all'occhio destro, ne avrà per 20 giorni. L'altro contusioni multiple guaribili in dieci giorni. I fatti si sono verificati attorno alle 16: i poliziotti in servizio presso il Posto Fisso dell'ospedale si sono recati nel Pronto soccorso in ausilio a una guardia giurata impegnata a calmare due giovani, di cui uno con una lussazione alla spalla, che volevano essere presi in carico prima dell'altra gente in attesa.

Da quanto si apprende non si trattava di un pomeriggio caotico, non c'erano molti pazienti. In ogni caso, a quanto pare, questi due fratelli volevano la precedenza, uno dei due avrebbe sferrato una capocciata a un agente e mentre lo stesso lo stava portando in ufficio l'altro ha sferrato un pugno all'altro poliziotto nel frattempo giunto in aiuto del collega. Entrambi i ragazzi, che fino a questo momento non hanno mai avuto problemi con la giustizia, sono stati denunciati. I poliziotti medicati sul posto. 

La nota dell'Asl

La direzione strategica della Asl di Brindisi esprime vicinanza ai due agenti di Polizia in servizio al posto fisso dell’ospedale Perrino di Brindisi vittime di un’aggressione avvenuta nel pomeriggio di oggi, 14 giugno, nello svolgimento del proprio dovere. L’azienda sanitaria è costantemente impegnata nel garantire la sicurezza dei pazienti e degli operatori, grazie al costante lavoro di mediazione delle guardie giurate e al pronto intervento delle Forze dell’ordine presenti in ospedale, soprattutto nei luoghi di maggiore stress fisico ed emotivo come il Pronto soccorso del Perrino. Questi episodi non sono giustificabili: la violenza non rappresenta mai una risposta.

“Esprimo il mio più profondo disappunto – afferma il direttore generale Maurizio De Nuccio - per l'episodio di grave e  ingiustificata violenza a danno dei poliziotti. Confermo la mia più totale vicinanza e gratitudine per il lavoro quotidiano di quanti garantiscono la sicurezza ai cittadini del territorio anche nel nostro ospedale maggiore”.

Articolo aggiornato alle ore 22.52 (nota Asl)

Rimani aggiornato sulle notizie dalla tua provincia iscrivendoti al nostro canale whatsapp: clicca qui

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In escandescenze al Pronto soccorso aggrediscono poliziotti: fratelli denunciati
BrindisiReport è in caricamento