menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Renato Candida

Renato Candida

Escono con la refurtiva, presi

BRINDISI – Hanno pedinato le loro vittime, hanno atteso che si disperdessero tra la folla del centro commerciale Ipercoop e quando si sono sentiti al sicuro hanno infranto i finestrini della loro auto e si sono impossessati delle chiavi della loro abitazione. L'hanno raggiunta e saccheggiata. I poliziotti, però, li hanno sorpresi mentre uscivano dall'appartamento con la refurtiva in mano e arrestati.

BRINDISI - Hanno pedinato le loro vittime, hanno atteso che si disperdessero tra la folla del centro commerciale Ipercoop e quando si sono sentiti al sicuro hanno infranto i finestrini della loro auto e si sono impossessati delle chiavi della loro abitazione. L'hanno raggiunta e saccheggiata. I poliziotti, però, li hanno sorpresi mentre uscivano dall'appartamento con la refurtiva in mano e arrestati.

In manette con l'accusa di furto tre giovani brindisini volti già noti alle forze dell'ordine: Emilio Valenti di 20 anni, Renato Candita di 20 e Francesco Balestra di 31. L'episodio si è verificato nel pomeriggio di oggi. Nel mirino dei tre ladri un appartamento di via Boldini al quartiere Sant'Elia.

Il piano i tre lo avevano studiato alla perfezione ma non avevano messo in conto l'intensificazione dei controlli sul territorio disposta dal questore di Brindisi, Giuseppe Cucchiara, per prevenire proprio reati di questo genere.

In via Boldini al momento del furto c'era una pattuglia della sezione Volanti della Questura di Brindisi, diretta dal vice questore Alberto D'Alessandro, che non ha esitato a eseguire controlli più approfonditi in un appartamento dove c'era uno strano via vai di giovani. Proprio quello oggetto di furto.

I tre sono stati sorpresi all'uscita dall'abitazione presa di mira con in mano due televisori, un computer portatile e la federa di un cuscino con all'interno monili e gioielli. Tutti gli oggetti sequestrati sono stati immediatamente restituiti ai proprietari visibilmente commossi e grati agli agenti della Polizia di Stato per la tempestività e l'intuito operativo.

Su disposizione del pubblico ministero di turno Pierpaolo Montinaro i tre sono stati assegnati agli arresti domiciliari. Domani alle 12, dopo la convalida dell'arresto, i tre, alla presenza dei loro legali di fiducia (Luca Leoci per Francesco Balestra, Gianpiero Iaia per Emilio Valenti e Daniela D'Amuri per Renato Candita) saranno processati per direttissima.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento