menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dosi di marijuana sotto al materasso: un uomo dai domiciliari al carcere

Eseguito un provvedimento restrittivo a carico de 23enne Dylann Francesco Tarantini, già ai domiciliari per spaccio

BRINDISI – In tre occasioni sono state rinvenute dosi di sostanza stupefacente all’interno della sua abitazione, dove era recluso in regime di domiciliari. Per questo si sono aperte le porte del carcere per il 23enne Dylann Francesco Tarantini, di Brindisi. L’uomo è stato raggiunto da un'ordinanza di sostituzione della misura cautelare emessa dalla Corte di Appello di Taranto, a seguito delle recenti violazioni commesse dall’indagato nel periodo in cui era stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Il provvedimento restrittivo gli è stato notificato dai carabinieri della Sezione radiomobile della compagbia di Brindisi. In due circostanze, nel mese di novembre 2018 e nei primi giorni del mese di gennaio 2019, a seguito di perquisizione domiciliare, i carabinieri hanno rinvenuto occultati sotto il materasso della sua camera da letto rispettivamente di 24,3 e 5,5 grammi di marijuana. A seguito del rinvenimento dello stupefacente è stato pertanto deferito all’autorità giudiziaria.

Anche a seguito della notifica del provvedimento odierno, nell’abitazione è stato rinvenuto un contenitore metallico con all’interno 0,6 grammi di marijuana sottoposti a sequestro. L’arrestato, che ha al suo attivo una condanna in grado di appello per detenzione al fine di spaccio di stupefacente, dopo le formalità di rito è stato condotto nel carcere di Brindisi.

Guida senza patente

A Latiano i carabinieri della locale stazione a conclusione degli accertamenti hanno denunciato in stato di libertà per guida continuata senza la patente, per non averla mai conseguita, un 22enne del luogo, fermato a seguito di un controllo alla circolazione stradale alla guida di una Mercedes di sua proprietà. L’uomo era già stato contravvenzionato tre volte nell’arco del biennio per la stessa violazione. L’autovettura è stata sequestrata ai fini della confisca.

Nell’ipotesi appena descritta la guida senza patente, la cui violazione costituisce un illecito depenalizzato, assume invece carattere penale, configurandosi quale autonoma fattispecie di reato alla quale si applica la pena dell’arresto sino ad un anno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento