Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca Via Provinciale San Vito

Colpi di fucile contro la porta del dormitorio: paura per ospiti e operatori

Paura nel dormitorio di via Provinciale San Vito a Brindisi dove intorno alle 23 di lunedì 22 agosto sono stati esplosi alcuni colpi di fucile contro una finestra dell'edificio

BRINDISI - Paura nel dormitorio di via Provinciale San Vito a Brindisi dove intorno alle 23 di lunedì 22 agosto sono stati esplosi alcuni colpi di fucile contro una finestra dell'edificio. All'interno c'erano circa 200 persone oltre a un paio di operatori della cooperativa "Città dei servizi" che gestisce il dormitorio.

finestra colpita dormitorio-2

Sul posto si sono recati carabinieri e poliziotti che hanno ascoltato i testimoni e avviato le ricerche dei responsabili. Secondo quanto ricostruito, a sparare sarebbero stati due individui che hanno raggiunto lo stabile a bordo di una moto, dopo aver attraversato il cortile antistante l'edificio. Il cancello secondario era aperto. Gli ospiti stavano dormendo, sono stati svegliati dal rumore degli spari, fortunatamente nessuno è rimasto ferito. A fronte degli 80 posti disponibili purtroppo dormono in quell'edificio circa 200 persone, tra cui un senzatetto brindisino, che non hanno altro posto dove passare la notte. In molti si adattano all'esterno dello stabile su letti improvvisati, altri nell'atrio. Vivono in condizioni disumane. 

Spari al dormitorio-2

Al momento non si può affermare che gli spari contro la porta del palazzo sono stati dettati da istinti razzisti, saranno gli investigatori a fare chiarezza sulla vicenda dopo aver ascoltato tutti gli ospiti. Certo è che gli episodi di intolleranza nei confronti degli stranieri sono all'ordine del giorno. Uno di essi ha raccontato che domenica scorsa mentre percorreva via Cappuccini per rientrare al dormitorio è stato affiancato da un'auto con all'interno un paio di persone che lo hanno minacciato di sferrargli un pugno. ll giovane è riuscito a prendere il numero di targa e ha raccontato il fatto ai carabinieri. I due episodi potrebbero essere collegati. Spetta agli uomini dell'Arma, coordinati dal capitano Luca Morrone, ricostruire la vicenda e trovare i responsabili, un aiuto potrebbe giungere dalle telecamere installate nella zona. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpi di fucile contro la porta del dormitorio: paura per ospiti e operatori

BrindisiReport è in caricamento