Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca Centro Storico / Via San Francesco D'Assisi

Esplosione al negozio con morte attentatore: condannato il complice

E’ stata condannata a quattro anni di reclusione la persona coinvolta nell’esplosione del negozio “Pinkopallino” di via San Francesco D’Assisi, nel centro di Francavilla Fontana, che lo scorso 30 settembre costò la vita all'attentatire, nonché marito della titolare dell’attività, il 28enne Antonio Rizzo

FRANCAVILLA FONTANA – E’ stata condannata a quattro anni di reclusione la persona coinvolta nell’esplosione del negozio “Pinkopallino” di via San Francesco D’Assisi, nel centro di Francavilla Fontana, che lo scorso 30 settembre costò la vita all'attentatire, nonché marito della titolare dell’attività, il 28enne Antonio Rizzo. Saverio Candita, 27 anni, di Torre Santa Susanna, difeso dall’avvocato Michele Fino, è stato giudicato colpevole di incendio doloso aggravato dalla tentata truffa e morte quale conseguenza di altro reato.

Candita, dunque, si trovava insieme ad Antonio Rizzo quella notte. Da quanto appurato dagli inquirenti, Rizzo cosparse il locale di liquido infiammabile e gli diede fuoco, con l’intenzione di riscuotere il risarcimento attraverso l’assicurazione. Ma i vapori sprigionati dalla benzina provocarono una deflagrazione violentissima.

Rizzo morì sul colpo, coperto da un cumulo di macerie. Candita rimasto ustionato al volto e alle mani, Fu arrestato qualche ora dopo dai carabinieri della compagnia di Francavilla Fontana. Oltre venti proprietari degli immobili danneggiati dall’esplosione si sono costituiti parte civile nel procedimento. Lo stesso Candita è stato condannato a risarcirli. L’importo del risarcimento verrà deciso in sede civile. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esplosione al negozio con morte attentatore: condannato il complice

BrindisiReport è in caricamento