rotate-mobile
Cronaca Ostuni

Esplosione di gas a Ostuni, è panico

OSTUNI - Un'esplosione di gas in un appartamento di via Lofino a Ostuni, a poche decine di metri dalla scuola primaria Giovanni XXIII , ha scatenato il panico tra le mamme dei bambini, che sono accorse a decine per portare a casa i propri figli. E' la psicosi innescata dopo il criminale attentato di sabato 19 maggio a Brindisi, che ha falciato sei giovanissime studentesse uccidendone una, la 16enne Melissa Bassi.

OSTUNI - Un'esplosione di gas in un appartamento di via Lofino a Ostuni, a poche decine di metri dalla scuola primaria Giovanni XXIII , ha scatenato il panico tra le mamme dei bambini, che sono accorse a decine per portare a casa i propri figli. E' la psicosi innescata dopo il criminale attentato di sabato 19 maggio a Brindisi, che ha falciato sei giovanissime studentesse uccidendone una, la 16enne Melissa Bassi.

Lo scoppio alle 10,30 in alloggio a piano terra della stretta viuzza, che si trova nei pressi della trafficata via Fogazzaro. Una donna di 84 anni, Carmela Florenzano, ha riportato ustioni al capo e ad una gamba, ed è stata trasferita per il momento all'ospedale cittadino. Ricoverata anche un'altra donna, una vicina di casa della Florenzano, colta per fortuna solo da shock.

Sul posto i vigili del fuoco del distaccamento locale, vigili urbani, guardia di finanza, carabinieri e polizia. La dirigente scolastica della scuola elementare Giovanni XXIII, Raffaella Roma, ha dovuto faticare non poco per convincere le mamme in ansia che i bambini non avevano corso e non correvano alcun pericolo. (Mar.Orl.)

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esplosione di gas a Ostuni, è panico

BrindisiReport è in caricamento