menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Esplosione per una fuga di gas: muore dopo tre giorni di agonia

Non ce l'ha fatta il 45enne di San Pietro Vernotico residente in un'abitazione in via Piemonte travolto domenica scorsa da una fiammata

SAN PIETRO VERNOTICO – Non ce l’ha fatta il 45enne di San Pietro Vernotico che aveva riportato gravissime ustioni a seguito di un’esplosione avvenuta domenica scorsa (9 aprile) all’interno della sua abitazione in via Piemonte, a San Pietro Vernotico. L’uomo è morto dopo tre giorni di agonia, nel centro Grandi ustionati del nosocomio brindisino. I funerali si svolgeranno venerdì 14 arprile alle 11.30 presso la chiesa di Sant'Antonio dove la salma giungerà intorno alle 10. 

Ad innescare l’esplosione fu con ogni probabilità l’utilizzo di un accendino in un ambiente saturo di gas. Il 45enne abitava nell’appartamento al pian terreno di una palazzina a due piani. Al piano superiore risiedono la sorella e il cognato. Quest’ultimo, resosi conto della fuoriuscita di gas, fu sfiorato dall’onda d’urto provocata dalla fiammata mentre portava all’esterno una bombola, riportando lievi ferite al piede. Riportò ferite non gravi anche la sorella della vittima, che si trovava nel suo appartamento.

Le condizioni del 45enne, invece, parvero fin dal primo momento estremamente critiche. Sul posto si recarono gli agenti della polizia municipale di San Pietro, i carabinieri della locale stazione, i vigili del fuoco e il personale del 118. L’episodio, considerata la presenza di tre bombole del gas nell’appartamento, avrebbe potuto avere conseguenze ancor più tragiche. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento