Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Esposto sul pianeta Autorità portuale

BRINDISI – Qualcuno ha deciso di fare il passo che tanti altri non hanno mai avuto il coraggio di compiere: raccontare tutto ciò che sa sull’Autorità Portuale di Brindisi e sul sistema di privilegi interni su cui si regge la sua struttura, sui concorsi, sulle assunzioni e sui meccanismi premiali, e su tanto altro ancora. Con precisi riferimenti documentali, nomi, incarichi, date e circostanze. Tutto è stato racchiuso in un lungo esposto consegnato al Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza, ed inviato alla Procura della Repubblica di Brindisi, alla Procura generale presso la Corte di Cassazione, alla Corte dei Conti, al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e a un quotidiano nazionale.

BRINDISI - Qualcuno ha deciso di fare il passo che tanti altri non hanno mai avuto il coraggio di compiere: raccontare tutto ciò che sa sull'Autorità Portuale di Brindisi e sul sistema di privilegi interni su cui si regge la sua struttura, sui concorsi, sulle assunzioni e sui meccanismi premiali, e su tanto altro ancora. Con precisi riferimenti documentali, nomi, incarichi, date e circostanze. Tutto è stato racchiuso in un lungo esposto consegnato al Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza, ed inviato alla Procura della Repubblica di Brindisi, alla Procura generale presso la Corte di Cassazione, alla Corte dei Conti, al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e a un quotidiano nazionale.

Il quadro che ne emerge è quello di un'isola assolutamente indipendente dal resto della realtà sociale della città e della provincia, una fortezza ben difesa dal sistema stesso che la governa, e che non prevedeva falle. Chi indirizzerebbe mai un siluro contro una realtà dove è possibile percepire una volta all'anno, invece del solito stipendio di duemila euro, un conguaglio di premi di produzione di 12mila, e talvolta di 20mila euro ed anche più? E a quanto corrisponde il conguaglio dei funzionari? Ciò è reso possibile da un meccanismo che prevede riconoscimenti economici solo per essersi presentati al lavoro, e attribuibili in proporzione a chi non supera nell'anno una o due settimane di malattia (oltre, niente premio).

Eppure una crepa c'è stata, quel fattore "k" che a volte viene sottovalutato, forse nella presunzione dell'agire nell'ambito di regole che nessuno può mettere in discussione. Se ciò è vero, lo stabiliranno a questo punto le eventuali indagini che il magistrato inquirente riterrà o meno di disporre. Ma il coperchio è saltato, e se non sarà ravvisato alcun elemento penalmente rilevante nei fatti descritti dall'esposto, che riguardano sembra anche i meccanismi concorsuali variabili (per alcuni bandi si è proceduto pare solo con la prova orale), quanto meno sarà messo in chiaro il sistema - Autorità portuale a Brindisi.

L'esposto descrive gli incarichi collaterali dei dirigenti, ne elenca i requisiti personali, non formula accuse ma sottopone semplicemente al vaglio dell'autorità inquirente le diverse situazioni. Uno spaccato di una realtà protetta dal suo guscio di "ente pubblico non economico", che non ha mai reso pubblico invece negli ultimi anni l'elenco delle consulenze esterne, ad esempio, che sarebbe stato un atto di trasparenza esemplare. Questo dossier descrive situazioni consolidate, pre-esistenti rispetto alla nuova gestione di Iraklis Haralambidis, ma che il nuovo presidente non ha apparentemente esplorato e vagliato, né tanto meno modificato almeno sino ad oggi. Ora si attende che lo faccia la procura.

Un luogo che si lascia malvolentieri, l'Authority brindisina, come quel funzionario che ha vinto un un concorso in un ente pubblico di un'altra provincia della Puglia ma contestualmente al porto si è messo in aspettativa. Non si sa mai. Ma per chi all'interno cerca riconoscimenti che ritiene gli tocchino per legge ma non corrispondono agli schemi prefissati, e obietta, contesta, c'è la via obbligata della causa di lavoro, e gli episodi non mancano, ai vari livelli. Ma l'esposto no, sino ad ora non c'era mai stato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esposto sul pianeta Autorità portuale

BrindisiReport è in caricamento