menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Estorsione, droga, furti: tre arresti dei carabinieri

In carcere Jonata Stea di Brindisi, Giuseppe Paolo Librale, 40, di Mesagne, e Giovanni Basile, 47, di Carovigno

BRINDISI – Due brindisini arrestati dai carabinieri, dopo condanne definitive: in carcere sono finiti Jonata Stea, 27 anni, di Brindisi, e Giuseppe Paolo Librale, 40, di Mesagne. In carcere anche Giovanni Basile, 47, anni, per violazioni delle prescrizioni legate alla messa alla prova.

STEA Jonata, classe 1990-2Stea è stato tratto in arresto dai carabinieri della stazione di Brindisi Centro: l’ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dall'Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Brindisi, riguarda l’espiazione della pena definitiva a tre anni di reclusione e 500 euro di multa per reati di furto aggravato, commessi a Brindisi nel mese di dicembre 2009.

LIBRALE Giuseppe Paolo, classe 1977-2Librale è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Mesagne, in ottemperanza di un ordine di esecuzione per la carcerazione, per cumulo di pene concorrenti, emesso dall'Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Brindisi: deve scontare  la pena di tre anni e dieci mesi di reclusione più una multa di tremila euro, per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso, tentata estorsione aggravata e lesioni personali aggravate, commessi fra il 1996 e il 2009.

BASILE Giovanni, classe 1970-2A Carovigno, infine, è stato arrestato Basile,  affidato in prova presso una comunità: i militari hanno dato esecuzione a un provvedimento di ripristino della detenzione in carcere emessa dall’ufficio di sorveglianza del Tribunale di Lecce, scaturito dalla violazione delle prescrizioni imposte con la misura in espiazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento