Cronaca

Estorsione e furto di energia elettrica: una condanna e un arresto in flagranza

Uno deve scontare una condanna per usura ed estorsione, l’altro è stato colto  in flagranza di reato per furto di energia elettrica. Due persone sono state arrestate nella giornata di ieri dai carabinieri del comando provinciale di Brindisi

Uno deve scontare una condanna per usura ed estorsione, l’altro è stato colto  in flagranza di reato per furto di energia elettrica. Due persone sono state arrestate nella giornata di ieri dai carabinieri del comando provinciale di Brindisi.

Il 38enne Emanuele Vangelio, nato a Mesagne, espierà in regime di domiciliari la parte residua di una pena pari a 2 mesi e 15 giorni di reclusione, oltre a una sanzione pecuniaria di 1100 euro, per episodi di estorsione ed usura risalenti al 2006. L’uomo è stato destinatario su provvedimento restrittivo dell’ufficio Esecuzioni penali della Procura dell Repubblica di Brindisi. L’atto gli è stato notificato dai carabinieri della stazione di Latiano. 

Il 33enne Marco Giumentaro, di Francavilla Fontana, invece avrebbe allacciato abusivamente la sua abitazione alla rete elettrica, sottraendo illecitamente energia all’Enel per un ammontare di circa 6mila euro. L’uomo è stato arrestato in regime di domiciliari dai militari della locale stazione, che si erano recati presso  il suo appartamento per un controllo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsione e furto di energia elettrica: una condanna e un arresto in flagranza

BrindisiReport è in caricamento