Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Arrestato per evasione brindisino condannato per grosso giro di spaccio

I carabinieri della stazione di Brindisi Centro hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, Michele Baglivo di 30 anni, per evasione. Baglivo era sottoposto al regime degli arresti domiciliari, ma è stato sorpreso all’esterno della propria abitazione

BRINDISI - I carabinieri della stazione di Brindisi Centro hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, Michele Baglivo di 30 anni, per evasione. Baglivo era sottoposto al regime degli arresti domiciliari, ma è stato sorpreso all’esterno della propria abitazione, in violazione degli obblighi. Su decuisione del magistrato competente, dopo le formalità di rito, l’arrestato è stato risottoposto agli arresti domiciliari.

Michele baglivo è una delle persone coinvolte nell'indagine Urgano, che sfociò in un blitz della Guardia di Finanza di Brindisi e della Direzione distrettuale antimafia di Lecce contro una vasta rete di spaccio gestita, secondo le accuse, da tre nuclei familiari tra Brindisi, San Pietro Vernotico, Oria, Maniago (Pordenone), Sant’Arcangelo di Romagna (Forlì-Cesena) e Rimini, il 6 maggio 2015, con 44 indagati.

Il 15 luglio 2016 la pioggia delle condanne con la sentenza del giudice dell'Udienza preliminare di Lecce, Cinzia Vergine, al termine del processo con rito abbreviato. Il brindisino Michele Baglivo fu condannato a 17 anni, dieci mesi e venti giorni (16 anni).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato per evasione brindisino condannato per grosso giro di spaccio

BrindisiReport è in caricamento