rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca

Inseguimento: 8 mesi a Di Lena

BRINDISI - Otto mesi di reclusione e arresti domiciliari al termine del processo con rito direttissimo celebrato questo pomeriggio a carico di Antonio Di Lena.

BRINDISI - Otto mesi di reclusione e arresti domiciliari al termine del processo con rito direttissimo celebrato questo pomeriggio a carico di Antonio Di Lena, difeso dall'avvocato Laura Beltrami. Di Lena era stato arrestato ieri dalla polizia al termine di un inseguimento perché si trovava in moto, in giro, nonostante fosse agli arresti domiciliari. Rispondeva di evasione. Il 26enne è stato fermato dagli agenti delle Volanti in sella a uno scooter T- Max: una pattuglia di Nibbio lo aveva tallonato in moto da S.Elia al S.Angelo dove lo ha bloccato e ammanettato. Non solo era evaso, Di Lena, ma non aveva neppure la patente, e poi c'è la resistenza a pubblico ufficiale. Tutto ciò ne ha determinato il trasferimento in carcere. Oggi la direttissima, la convalida dell'arresto e il ritorno a casa ma sempre in stato di detenzione.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inseguimento: 8 mesi a Di Lena

BrindisiReport è in caricamento