rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

Evasione, furti di energia e di gas metano: tre arresti e una denuncia

Arrestato per evasione dai domiciliari un latianese. Nei guai una coppia di Brindisi per furto di energia elettrica

Un arresto per evasione, due arresti per furto di energia elettrica e una denuncia per furto di gas metano sono stati effettuati negli ultimi giorni dai carabinieri del comando provinciale di Brindisi.

A Latiano, i militari della locale stazione hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Brindisi nei confronti di Alessandro Nisi, 28enne del posto. Il provvedimento è scaturito dalle segnalazioni dei militari della medesima stazione e di Francavilla Fontana, che lo hanno arrestato per due volte nel giro di poche ore, per le reiterate evasioni dagli arresti domiciliari. Il provvedimento giudiziario eseguito, oltre a convalidare l’arresto in flagranza di reato operato dai carabinieri, ha disposto a carico di Nisi la contestuale applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari.

A Brindisi, i carabinieri della stazione locale hanno arrestato due persone per furto di energia elettrica. I militari, nel corso di una perquisizione nell’abitazione della coppia, si sono accorti che nonostante l’interruttore del contatore e del salvavita fossero staccati, nell’abitazione era presente la corrente elettrica che alimentava tutti gli elettrodomestici. 

Fatto intervenire il personale tecnico dell’Enel, è stato scoperto un allaccio abusivo alla rete elettrica pubblica attraverso un cavo di alimentazione che era stato intercettato all’interno di una cassetta murata, privato della guaina protettiva sul quale venivano applicati dei morsetti, creando così una derivazione. Il personale tecnico, dopo aver distaccato l’allaccio abusivo, ha provveduto a mettere in sicurezza l’impianto. Gli arrestati, come disposto dall’autorità giudiziaria, sono stati rimessi in libertà. Il danno arrecato è tuttora in via di quantificazione.

A Fasano, invece, i carabinieri della locale stazione, al termine degli accertamenti avviati a seguito della denuncia formalizzata da un responsabile della società erogatrice del servizio del gas, hanno denunciato in stato di libertà una 50enne del posto ritenuta responsabile di furto di gas metano. Nello specifico la donna, tramite la forzatura dei sigilli apposti sul contatore, ha sottratto un quantitativo di gas, tuttora in via di quantificazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evasione, furti di energia e di gas metano: tre arresti e una denuncia

BrindisiReport è in caricamento