rotate-mobile
Cronaca Fasano

Evasione Iva, sequestri per equivalente nei confronti di due note imprese di Fasano

FASANO - Centomila euro, a tanto ammonta il sequestro per equivalente in danno di due aziende con sede legale a Fasano consoderate infedeli col fisco. La prima è una società edile di primo piano con cantieri e dipendenti su tutto il territorio nazionale, la seconda è una impresa operante nel settore delle pulizie con commesse su tutto il territorio provinciale. Due imprese solide, ma con la pecca, secondo la polizia tributaria, del mancato versamento dell'imposta sul valore aggiunto per un importo complessivo di 100 mila euro.

FASANO - Centomila euro, a tanto ammonta il sequestro per equivalente in danno di due aziende con sede legale a Fasano consoderate infedeli col fisco. La prima è una società edile di primo piano con cantieri e dipendenti su tutto il territorio nazionale, la seconda è una impresa operante nel settore delle pulizie con commesse su tutto il territorio provinciale. Due imprese solide, ma con la pecca, secondo la polizia tributaria, del mancato versamento dell'imposta sul valore aggiunto per un importo complessivo di 100 mila euro.

Su disposizione della procura della Repubblica di Brindisi che ha dato massimo impulso all'azione contro i reati di natura tributaria applicando i dettami della legge finanziaria del 2008 (articolo 1, con particolare riferimento al comma 143), che prevede l'aggressione dei beni dell'evasore fino alla concorrenza della somma non versata, sono scattati i sequestri preventivi, finalizzati alla confisca.

Sottoposte perciò a vincolo le somme pari ai crediti nei confronti dall'erario con due procedimenti penali distinti i finanzieri della compagnia di Fasano - guidati dal capitano Francesco Calimero - hanno sequestrato complessivamente 3 auto, disponibilità finanziarie, e fondi d'investimento riconducibili alle due società i cui proprietari sono stati denunciati per evasione fiscale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evasione Iva, sequestri per equivalente nei confronti di due note imprese di Fasano

BrindisiReport è in caricamento