menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ai domiciliari trovato in un bar, alla vista dei carabinieri fugge: arrestato per evasione

Si tratta di un 53enne di Oria. Un 31enne di Francavilla Fontana, invece, è stato raggiunto da un ordine di carcerazione perché accusato di spaccio

Evasione e spaccio, arrestati dai carabinieri un 53enne di Oria e un 31enne di Francavilla Fontana.

Evasione

Del reato di evasione si è reso responsabile l’oritano Antonio Carbone. L’uomo, sottoposto alla detenzione domiciliare nella sua abitazione è stato sorpreso all’interno di un bar. Alla vista dei militari ha tentato di fuggire per raggiungere la sua abitazione ma è stato fermato e arrestato. Espletate le formalità di rito, è stata disposta dall’Autorità Giudiziaria la sua traduzione nella sua abitazione per proseguire l’espiazione della pena in regime di detenzione domiciliare. Il 53enne era stato arrestato nel 2015 in ottemperanza all’ordine di esecuzione pena, emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Lecce, dovendo espiare la pena di 4 anni e 11 mesi di reclusione, per i reati in materia di armi, ricettazione, immigrazione clandestina violazione di domicilio.

Spaccio

A Francavilla Fontana, invece, i carabinieri hanno eseguito un “ordine di esecuzione per la carcerazione per l’espiazione della pena residua in regime di detenzione domiciliare”, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brindisi, nei confronti del 31enne Francesco Rosato.   L’uomo deve espiare la pena residua di un anno, 8 mesi e 5 giorni di reclusione, per detenzione al fine di spaccio di stupefacente, nonché il pagamento della multa di 11mila euro. I fatti per i quali è stato riconosciuto colpevole sono stati commessi in Francavilla, nel 2011.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento