rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca Fasano

Tra Fasano e Bari un evento per rinnovare gli antichi legami culturali

Sono trascorsi 90 anni dallo scorporo della città di Fasano e del suo territorio da quella che era la Terra di Bari per l’assegnazione alla nuova provincia di Brindisi, ma al cuore e alle radici culturali non si comanda

FASANO – Sono trascorsi 90 anni dallo scorporo della città di Fasano e del suo territorio da quella che era la Terra di Bari per l’assegnazione alla nuova provincia di Brindisi (assieme a Cisternino), ma al cuore e alle radici culturali non si comanda.  I Comuni di Bari e Fasano suggelleranno infatti il gemellaggio culturale fra i due territori, “quasi riprendendo quel filo storico-istituzionale che ha legato le due realtà fino al 1927”, annuncia un comunicato dell’amministrazione comunale della Città della Selva.

Non è che Fasano ci abbia rimesso a non restare un satellite del capoluogo di Regione, visto il suo sviluppo turistico e la sua influenza politica a Bari e Roma. In fondo, la sua vera area vitale è quella terra senza confine che comprende la collina brindisina e il Sud Barese, in parte valle d’Itria e in parte mare che oggi è un fulcro potente per il turismo regionale.

Comunque, a dieci anni dal secolo esatto da quella separazione si è deciso di rinfrescare l’antico legame con  una sua vetrina istituzionale domenica 15 ottobre alle ore 11 nella Sala di rappresentanza del municipio di Fasano, durante la presentazione del concorso fotografico "Desiderio di città. La città, la mia casa", organizzato da “Said” (associazione internazionale docenti) con i patrocini dei Comuni di Bari e Fasano. E ci sarà persino un calendario condiviso.

Interverranno, infatti anche per illustrare le fasi che porteranno alla realizzazione del calendario 2018 con le foto che si stanno raccogliendo fra le due città (c’è ancora tempo fino a sabato 14 alle ore 23.59 per poterle inviare all’organizzazione), il sindaco Francesco Zaccaria, gli assessori Annarita Angelini (Cultura) e Luana Amati (Attività produttive), Giuseppe Cascella, presidente della commissione Culture, Marketing e Turismo del Comune di Bari, Rosa Grazioso, consigliera delegata dal sindaco di Bari, Antonio Decaro, alla Cultura nelle scuole, Nicola Cutino, storico e presidente dell'associazione "Mondo Antico e Tempi moderni onlus" di Bari, Virna Iacobellis, presidente di "Said".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra Fasano e Bari un evento per rinnovare gli antichi legami culturali

BrindisiReport è in caricamento