menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La base Usaf di S.Vito quando era ancora operativa

La base Usaf di S.Vito quando era ancora operativa

Ex Base Usaf, pronto il nuovo deposito Onu

BRINDISI – Venerdì 18 ottobre saranno a Brindisi il direttore esecutivo del World Food Programme, Ertharin Cousin, e il direttore generale della Cooperazione Italiana, ministro plenipotenziario Giampaolo Cantini, per inaugurare la nuova area Unhrd nella ex Base Usaf.

BRINDISI - Venerdì 18 ottobre saranno a Brindisi il direttore esecutivo del World Food Programme, Ertharin Cousin, e il direttore generale della Cooperazione Italiana, ministro plenipotenziario Giampaolo Cantini, per l'inaugurazione ufficiale dei nuovi spazi messi a disposizione delle Nazioni Unite dal Ministero della Difesa all'interno della ex Base Usaf di S.Vito dei Normanni, dove sono state attrezzate una serie di strutture che amplieranno le capacità logistiche della Base di pronto intervento umanitario (United Nations Humanitarian Response Depot) che a Brindisi viene gestita dallo stesso Wfp.

Ertharin Cousin e Giampaolo Cantini sigleranno inoltre il memorandum d'intesa riguardante il network delle basi di Pronto intervento umanitario delle Nazioni Unite. Il nuovo utilizzo di un'area della ex Base Usaf, riconsegnata al Ministero della Difesa italiano dopo la dismissione da parte dell'Air Force alla fine degli anni Novanta (era stata inaugurata nel 1960, e poi progressivamente integrata nel sistema di guerra elettronica ai tempi della guerra fredda), segna una riconversione del sito verso scopi di pace e di solidarietà secondo i compiti assegnati dalle nazioni Unite all'Unhrd e al Programma alimentare mondiale (il Wfp Italia).

Gli interventi per rendere idonea l'area non sono stati né semplici, né economici, dovendo affrontare problemi di bonifica dei manufatti pre-esistenti, dove era elevata in alcuni casi la presenza di amianto. Ma era l'unico luogo di stoccaggio disponibile alle porte di Brindisi e facilmente collegabile a porto ed aeroporto per il trasferimento e l'imbarco dei materiali per gli interventi umanitari nelle aree di crisi, gestiti dalla Base Onu di Brindisi e dalle già citate agenzie. Ora l'operazione è conclusa.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento