Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Francavilla Fontana

Ex sarto uccide la moglie e si suicida

MILANO – La lama rivolta contro il proprio petto, forse per punirsi dopo aver capito il male che aveva fatto, in un barlume di lucidità. Un colpo solo diritto al cuore, dopo aver colpito più volte a morte la compagna di una vita. Si consuma così, in un appartamento all’ottavo piano di via Rizzoli, a Milano, il dramma dei coniugi di Francavilla Fontana Umberto Passa (65 anni ex sarto) e Matilde Balestra (63 anni ex infermiera). I loro corpi sono stati trovati entrambi in camera da letto dal figlio Francesco che, dopo non averli sentiti per la mattinata, ha deciso di recarsi in casa.

I carabinieri della scientifica arrivano al condominio dove è avvenuto l'omicidio-suicidio

MILANO - La lama rivolta contro il proprio petto, forse per punirsi dopo aver capito il male che aveva fatto, in un barlume di lucidità. Un colpo solo diritto al cuore, dopo aver colpito più volte a morte la compagna di una vita. Si consuma così, in un appartamento all'ottavo piano di via Rizzoli, a Milano, il dramma dei coniugi di Francavilla Fontana Umberto Passa (65 anni ex sarto) e Matilde Balestra (63 anni ex infermiera). I loro corpi sono stati trovati entrambi in camera da letto dal figlio Francesco che, dopo non averli sentiti per la mattinata, ha deciso di recarsi in casa.

Lei riversa per terra in un pozza di sangue, lui sul letto, entrambi ancora in pigiama. Immediata la telefonata al 112 e l'arrivo dei carabinieri della compagnia di Milano Porta Monforte - centro est del capoluogo lombardo -, guidati dal capitano Fabio Guglielmone (ex comandante della compagnia dei carabinieri di Francavilla Fontana, ndr), che fanno capo al pm Tatangelo per l'accertamento delle cause della tragedia.

I cadaveri dei due coniugi sono stati trovati intorno alle 15.30 del pomeriggio, l'uxoricidio seguito dal suicidio risalirebbe alla prima mattinata secondo un primo esame svolto dal medico legale giunto sul posto per i rilievi del caso. Un dramma scatenato, secondo i primi accertamenti dei carabinieri, confermati anche dal figlio 40enne della coppia, da un forte stato depressivo subentrato ad un intervento cardiaco subito dell'ex sarto. L'uomo è stato trovato disteso sul letto mentre la moglie, ex infermiera, era riversa per terra.

Gli investigatori non avrebbero dubbi sull'ipotesi dell'omicidio-suicidio: il 65enne si sarebbe ucciso dopo aver inferto numerose coltellate alla moglie. La coppia ha un'altra figlia, Donatella, che vive a Francavilla fontana che in queste ore ha raggiunto il capoluogo lombardo. Cosa avrebbe scatenato tanta violenza? I vicini sono sconvolti, ma sembra che proprio che l'ex infermiera volesse tornare nella sua città d'origine e che il marito fosse contrario a lasciare Milano. La donna voleva tornare a Francavilla Fontana per stare vicino alla figlia al terzo mese di gravidanza e alla loro nipotina in arrivo.

Umberto Passa invece voleva restare a Milano, dove era certo di poter curare meglio la propria patologia cardiaca. Temeva di allontanarsi dai medici di fiducia e di non trovare in Puglia cure adeguate. I litigi erano ormai all'ordine del giorno. A Francavilla l'anziana coppia aveva anche acquistato una casa. L'ex sarto però era diventato irremovibile, e probabilmente dopo l'ultimo litigio ha deciso di farla finita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex sarto uccide la moglie e si suicida

BrindisiReport è in caricamento