menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Fabbrica" di marijuana in casolare con impianto elettrico abusivo: un arresto

Una serra per la produzione di marijuana è stata scoperta dai militari della Guardia di Finanza di Ostuni durante un servizio di perlustrazione nelle campagne della Città Bianca

OSTUNI – Una serra per la produzione di marijuana è stata scoperta dai militari della Guardia di Finanza di Ostuni durante un servizio di perlustrazione nelle campagne della Città Bianca. Era nascosta in un rudere alimentato con impianto elettrico collegato abusivamente alla rete pubblica. Un 27enne V.N., già noto alle forze dell’ordine per precedenti specifici, è stato arrestato e posto ai domiciliari dopo l’interrogatorio di convalida.

canapa indiana serra ostuni-2

L’intervento rientra in un’attività di controllo del territorio finalizzato al contrasto dei traffici illeciti di droga, la zona passata al setaccio si trova sulla strada provinciale per Ceglie Messapica. A insospettire gli uomini del capitano Gerardo Chiusano, comandante della compagnia di Ostuni, proprio la luce che si intravedeva nel casolare apparentemente in degrado e abbandonato. E il forte odore di canapa indiana che proveniva dall'interno del rudere. 

IL VIDEO DELL'INTERVENTO DEI FINANZIERI

All’interno c’erano 47 piante di cannabis indica, semi di canapa ed alcune dosi di marijuana già confezionata in bustine di cellophane. Inoltre era stato installato un impianto di ventilazione ed illuminazione, alimentato da un allacciamento “abusivo” alla rete elettrica, che aveva bypassato il contatore Enel. La stessa rete pubblica alimentava anche un piccolo impianto di videosorveglianza posto a vigilanza della struttura esterna. Il casolare appartiene alla famiglia del 27enne finito nei guai.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento