rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca

Faceva la spesa gratis nel supermercato dove lavorava: arrestato

LATIANO – Aveva trovato il modo di arrotondare i propri introiti di addetto alla macelleria di un supermercato di Latiano. Ma alla lunga i titolari si sono insospettiti. Gli ammanchi erano frequenti e consistenti. E per il dipendente infedele si sono aperte le porte del carcere. Si chiama Antonio Raho, ha 45 anni, è di Mesagne. E’ stato arrestato dai carabinieri della stazione di Latiano che lo hanno colto in flagranza di reato. Vale a dire mentre si allontanava dal supermercato con vari prodotti alimentari dei quali non è stato in grado di fornire la prova di averli acquistati. Il valore della merce che l’uomo stava portando via si aggira attorno agli 85 euro.

LATIANO - Aveva trovato il modo di arrotondare i propri introiti di addetto alla macelleria di un supermercato di Latiano. Ma alla lunga i titolari si sono insospettiti. Gli ammanchi erano frequenti e consistenti. E per il dipendente infedele si sono aperte le porte del carcere. Si chiama Antonio Raho, di 45 anni. E' stato arrestato dai carabinieri della stazione di Latiano che lo hanno colto in flagranza di reato. Vale a dire mentre si allontanava dal supermercato con vari prodotti alimentari dei quali non è stato in grado di fornire la prova di averli acquistati. Il valore della merce che l'uomo stava portando via si aggira attorno agli 85 euro.

Raho era già nel mirino dei carabinieri da quando la proprietà del supermercato aveva denunciato gli ammanchi che periodicamente si verificavano. Gli investigatori avevano circoscritto a lui la responsabilità. Ma si trattava di prenderlo con le mani nel sacco. Perché provare che era lui il responsabile degli ammanchi precedenti non era facile. La pazienza dei carabinieri è stata premiata e Raho è stato preso mentre si allontanava dal supermercato con la spesa. Rubata, secondo gli investigatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Faceva la spesa gratis nel supermercato dove lavorava: arrestato

BrindisiReport è in caricamento