Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca

Fallimento della Cittadella della ricerca: arrivano sei proscioglimenti

In tre rinviati a giudizio. L'accusa è di bancarotta fraudolenta, riguarda componenti del consiglio di amministrazione, liquidatori e sindaci

BRINDISI - Tre persone andranno a processo per il reato di bancarotta fraudolenta, reato relativo al fallimento della Cittadella della ricerca scpa. Sono sei, invece, i personaggi prosciolti. E' quanto ha decretato oggi, martedì 30 maggio 2023, il gup (giudice per l'udienza preliminare) del Tribunale di Brindisi, Vittorio Testi, "perché il fatto non costituisce reato", si legge nel dispositivo. Il 28 giugno 2019 l'allora sostituto procuratore presso la Procura di Brindisi, Giampiero Nascimbeni, aveva chiesto il rinvio a giudizio per 12 imputati, che all'epoca dei fatti erano componenti del consiglio di amministrazione, liquidatori e sindaci dell'allora società consortile per azioni (scpa, per l'appunto). La "risposta" del gup arriva solo oggi dopo un iter interrotto anche dal Covid, quando non si potevano svolgere udienze con tanti imputati. Due imputati avevano optato per il rito abbreviato e sono stati assolti. Un altro imputato, nel frattempo, è deceduto.

La posizione degli imputati

Sono stati prosciolti: Alfredo Franco Luigi Anglani (73 anni, nato a Cremona e residente a Ostuni) e Marco Botrugno (57 anni, di Brindisi), entrambi assistiti dagli avvocati Massimo Manfreda e Martina Manfreda; Luigi Barone (67 anni, di Torre del Greco, residente a Lecce), assistito dall'avvocato Luigi Leonardo Covella; Fabio Lucio Palumbo (55 anni, di Galatina), assistito dall'avvocato Amilcare Tana; Giuseppe Angelo Santoro (76 anni, di Ostuni), assistito dall'avvocato Domenico Tanzarella; Giuseppe Simone (52 anni, di Venezia, residente a Fasano), assistito dall'avvocato Pasquale Di Natale. Hanno optato per il rito abbreviato e sono stati assolti: Fulvio Valerio Faggiano (66 anni di Veglie, residente a Leverano) e Alessandro Gianicolo (57 anni, di Torino, residente a Brindisi), entrambi assistiti dall'avvocato Giampiero Iaia. Infine, sono stati rinviati a giudizio: Antonio Andreucci (74 anni, di Mesagne, residente a Cisternino); Angelo Raffaele Colucci (59 anni, di Brindisi); Vitantonio Gioia (74 anni, di Mesagne, residente a Brindisi). Un altro imputato è nel frattempo deceduto.

Le accuse

Come già anticipato, la Procura di Brindisi, dopo le indagini dei finanzieri del Nucleo di polizia economico finanziaria, aveva contestato a tutti e dodici gli imputati il reato di bancarotta fraudolenta. La Cittadella della Ricerca scpa era stata dichiarata fallita dal Tribunale di brindisi nel dicembre 2013. Gli imputati sono stati, durante diverse gestioni della società, o liquidatori o membri del consiglio di amministrazione o sindaci effettivi del consiglio sindacale. Per l'accusa, gli imputati hanno cagionato o hanno comunque concorso a cagionare il dissesto della società, effettuando operazioni dolose o omettendo il dovuto controllo. Sotto la lente d'ingrandimento degli inquirenti ci sono stati gli incrementi del costo del personale oppure l'omissione della riscossione di canoni per 5 milioni di euro dalla Foresteria srl. Procura e finanzieri hanno analizzato documenti anche risalenti al 2005. Negli esercizi relativi al 2009 e al 2010, tra l'altro, gli imputati avrebbero omesso di operare nei relativi bilanci la corretta svalutazione dei crediti per il presunto valore di realizzo. Infine, al solo Andreucci viene contestato di aver occultato o distratto testi scientifici per un valore di circa 30 mila euro, per procurare a sé o ad altri un ingiusto profitto e per recare pregiudizio ai creditori. Sei imputati, quelli prosciolti, non hanno commesso reati. Due sono stati assolti, i tre rimanenti affronteranno il processo.

Il collegio difensivo

Di seguito, i legali che hanno assistito i vari imputati: Massimo Manfreda, Martina Manfreda, Carmelo Molfetta, Silvio Molfetta, Amilcare Tana, Giampiero Iaia, Ernestina Sicilia, Luigi Leonardo Covella, Nicola Di Bello, Domenico Tanzarella, Pasquale Di Natale, Rolando Manuel Marchionna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fallimento della Cittadella della ricerca: arrivano sei proscioglimenti
BrindisiReport è in caricamento