Problemi col portellone dell'auto: fallisce rapina all'Auchan

Quattro banditi non riescono ad aprire il vano di carico della loro auto, e devono battere in ritirata

MESAGNE - Non riescono ad aprire il vano portabaggi dell'auto utilizzata per il colpo, e sono costretti a rinunciare alla rapina. E' accaduto oggi pomeriggio all'ipermercato Auchan di Mesagne, dove quattro individui con i volti coperti da passamontagna erano arrivati a bordo di una Fiat Bravo grigia certamente rubata, con l'intento di colpire uno dei negozi della galleria commerciale (tra i quali ci sono anche una gioielleria, centri specializzati in elettronica, una tabaccheria, oltre che le casse del supermercato).

Secondo le testimonianze raccolte dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di San Vito dei Normanni, i rapinatori hanno "combattuto" per alcuni minuti con il portellone del vano portabagli della Bravo, senza riuscire a comandarne l'apertura, non è chiaro se per una avaria del dispositivo azionabile dall'interno o con la chiave, o se per loro imperizia. Fatto sta che hanno dovuto rimettersi in auto e darsi alla fuga, dato che ormai l'allarme era scattato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Resta l'interrogativo sull'obiettivo, ma anche quello sulla ragione per cui i rapinatori volevano a tutti i costi aprire il portabagli: o ne avevano bisogno per caricare il maggior quantitativo possibile di merce o registratori di cassa, in questo caso non gioielli, oppure avevano riposto in precedenza all'interno atterezzi da scasso come mazze ferrate e piedi di porco. Sulle loro tracce, come già detto, i carabinieri dei comandi territoriali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbarco in piena pandemia: decine di migranti rintracciati a Cerano

  • Altri 23 casi in provincia di Brindisi: il bilancio sale a quota 148

  • Coronavirus: due decessi a Carovigno, primo caso a San Donaci

  • Tre nuovi contagiati nel Brindisino e sei persone decedute

  • Addio a Nanuccio il pescatore: da 12 giorni attendeva l'esito del tampone

  • Azzeramento dei contagi in Puglia: le proiezioni di un centro di ricerca

Torna su
BrindisiReport è in caricamento