rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Falzarano, Durc regolare: "Pronti a ricorrere contro revoca affidamento"

Si è conclusa positivamente ieri la procedura di rinnovo del Durc della ditta campana, che è pronta a impugnare al Tar il provvedimento con cui il Comune di Brindisi l'ha estromessa dal servizio di raccolta dei rifiuti

BRINDISI – C’è un nuovo colpo di scena nelle vicende riguardanti il servizio di raccolta dei rifiuti a Brindisi. La ditta Ecologia Falzarano, dopo essere stata estromessa dall’appalto con un atto emesso la scorsa settimana dall’ufficio contratti del Comune di Brindisi, ha ricevuto ieri (8 maggio) una comunicazione attestante la regolarità del proprio Durc (documento unico di regolarità contributiva). L’azienda che avrebbe dovuto prendere il posto della Ecologica Pugliese è in regola, insomma, con i contributi previdenziali.

Sono diventati verdi i bollini alle voci “Regolarità Inps” e “Regolarità Inail” che compaiono sul portale al quale hanno accesso gli enti pubblici, all'esito della procedura di rinnovo del documento per i prossimi 120 giorni. Essendo venuto meno il presupposto in base al quale l’amministrazione comunale aveva revocato l’affidamento, la ditta, da quanto appreso, è pronta a impugnare al Tar il provvedimento dell’Ufficio contratti, a meno che il Comune non faccia marcia indietro, ripristinando l’affidamento.

Durc Falzarano-2

Si profila dunque l’ennesima battaglia legale nel settore dei rifiuti. Basti ricordare che è ancora in atto il contenzioso fra l’amministrazione comunale e l’attuale gestore del servizio, Ecologica Pugliese appunto, riguardo al mancato raggiungimento degli obbiettivi di raccolta differenziata. Dopo che il Tar ha accolto il ricorso della società di Capurso, annullando i verbali emessi dal Comune, la querelle approderà al Consiglio di Stato.

Ecologia Falzarano è entrata in scena lo scorso gennaio, quando fu l’unica ditta a partecipare al mini bando indetto dal Comune per individuare un nuovo gestore del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e di nettezza urbana, in attesa del bando di gara decennale (che chissà quando sarà pronto) dei Comuni dell’Aro/Br2.

Ma la firma sul contratto, dopo diversi incontri con i dirigenti comunali e con le organizzazioni sindacali (per il passaggio di cantiere), non è mai arrivata. Il principale scoglio è stato il Durc. Da quanto sostenuto da persone vicine all’azienda, ora che questo ostacolo è stato superato, la revoca dell’affidamento non avrebbe più ragion d’essere.

Va ricordato che la Falzarano aveva già fatto arrivare parte dei mezzi di sua proprietà (gli altri verranno presi a noleggio dalla Ecogest) presso un piazzale preso in affitto presso la zona industriale di Brindisi, accanto al deposito della Stp.  Nella giornata di ieri, però, anche Ecologica Pugliese si è dotata di undici nuovi mezzi da adibire ai servizi di igiene urbana. Si tratta di tre Daily a vasca con pala, due autocompattatori e un Piaggio Porter. “La precarietà degli affidamenti sinora concessi all'appaltatrice – si legge in una nota della ditta - insieme alla reiterata applicazione di ingenti penalità, dichiarate illegittime dal Tar di Lecce, ha impedito una seria programmazione e ha causato disagi a tutte le parti coinvolte”.

“Si auspica, dunque, che il Comune – si legge ancora nel comunicato di Ecologica Pugliese - rendendo atto dello sforzo ancora una volta compiuto dalla Ecologica Pugliese s.r.l., si renda disponibile a raggiungere una tregua con l'azienda, collaborando alle azioni da intraprendere per un miglioramento dei risultati”. Ma cosa succederà ora che la Falzarano è pronta a tornare alla carica?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falzarano, Durc regolare: "Pronti a ricorrere contro revoca affidamento"

BrindisiReport è in caricamento