Cronaca

Farmacie, indagato mezzo consiglio

FRANCAVILLA FONTANA - Tredici avvisi di fine indagini inviati dal pm Valeria Farina Valaori ad altrettanti membri della giunta, al sindaco, della maggioranza in consiglio comunale, a due funzionari e a un farmacista per l'ubicazione di due farmacie.

Palazzo Imperiali, sede del Comune di Francavilla Fontana

FRANCAVILLA FONTANA - Diciassette avvisi di conclusione indagini sono stati notificati stamani al sindaco di Francavilla Fontana, Vincenzo Della Corte, a 13 consiglieri di maggioranza tra cui l'onorevole uscente del Pdl, Luigi Vitali, a due dirigenti comunali, tra i quali il capo dell'Utc, Pietro Incalza, e al presidente dell'ordine dei farmacisti di Brindisi, Gabriele Rampino, per abuso d'ufficio e un paio di episodi di falso.

Nel dicembre scorso erano state notificate informazione di garanzia al sindaco e al presidente Rampino per truffa e corruzione in concorso. Il provvedimento recente, con il quale si dà tempo venti giorni agli indagati per chiedere di essere ascoltati o per presentare memorie, è stato firmato dal pm Valeria Farina Valaori e riguarda una delibera sull'ubicazione di due nuove farmacie decise dal consiglio, secondo l'accusa, per favorire Rampino, proprietario di una farmacia nel quartiere San Lorenzo.

Con la delibera in questione, infatti, sarebbe stata esclusa la zona 167, mentre una farmacia sarebbe stata prevista in via Oria e in via Madonna delle Grazie. Il 6 dicembre la Guardia di Finanza si recò a perquisire l'abitazione di Rampino e la sede dell'ordine dei farmacisti. Furono sequestrati computer, e documenti. L'inchiesta era partita dalle accuse di due consiglieri, Mario Filomeno e Luigi Galiano che furono subito ascoltati dagli investigatori.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Farmacie, indagato mezzo consiglio

BrindisiReport è in caricamento