menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
da sinistra, gli assessori Cinzia Caroli e Giovanni Cisternino, ed i rappresentanti delle scuole

da sinistra, gli assessori Cinzia Caroli e Giovanni Cisternino, ed i rappresentanti delle scuole

Fasano, alternanza scuola-lavoro: studenti "assunti" da Comune e aziende locali

Si è tenuto oggi l'incontro fra Amministrazione comunale e rappresentanti delle tre scuole secondarie superiori di Fasano "G. Salvemini", "L. da Vinci" e "G. Ferraris"

FASANO - Si è tenuto oggi l’incontro fra Amministrazione comunale e rappresentanti delle tre scuole secondarie superiori di Fasano “G. Salvemini”, “L. da Vinci” e “G. Ferraris”: l’obiettivo è stato quello di mettere a punto gli step da seguire per concretizzare il progetto “FuoriKlasse” adottato dalla giunta-Zaccaria e che mira a realizzare l’alternanza scuola-lavoro per gli studenti che, così, “lavoreranno” all’interno della struttura burocratica del Comune.

«Siamo estremamente soddisfatti dell’adesione entusiastica al progetto espressa dai rappresentanti dei tre Istituti d’istruzione secondaria superiore operanti a Fasano – afferma Giovanni Cisternino, assessore comunale alle Politiche giovanili e del lavoro -; da un lato, i ragazzi acquisiranno un’esperienza lavorativa sul campo e, dall’altro, metteranno in circolo le loro competenze negli Uffici comunali ai quali saranno destinati. Altri studenti, invece, saranno allocati in aziende locali – sottolinea l’assessore Cisternino – le più qualificate sotto il profilo del know how e che, quindi, potranno configurarsi come particolarmente sensibili verso il territorio e con un alto profilo etico».

Con l’assessore Cisternino, all’incontro odierno era presente per l’Amministrazione comunale anche l’assessora all’Istruzione Cinzia Caroli, che ha ragguagliato i rappresentanti delle scuole sull’attività che il Comune ha già avviato «per concretizzare il progetto. Stiamo monitorando le esigenze dei singoli settori comunali – ha spiegato – in modo da individuare gli Uffici, ed i relativi tutor che seguiranno i ragazzi, all’interno dei quali collocare gli studenti, a seconda delle loro attitudini e delle competenze acquisite a scuole. Saranno una trentina gli alunni che potranno “lavorare” al Comune – ha sottolineato l’assessora Caroli – e ci attrezzeremo, di concerto con le scuole, per avviare il progetto da gennaio e fino alla chiusura dell’anno scolastico».

I rappresentanti dei tre Istituti superiori, dal canto loro, hanno assicurato che individueranno i ragazzi e le ragazze da indicare al Comune, relativamente alle specificità ed alle competenze di ognuno, nonché il monte-ore lavorativo da assegnare a ciascun allievo. Inoltre, anche le scuole individueranno i tutor interni che seguiranno gli studenti in questo percorso lavorativo. Peraltro, prima dell’avvio del progetto previsto a gennaio, l’Amministrazione comunale si farà promotrice di un’altra riunione in cui far incontrare tutor del Comune e tutor delle scuole al fine di condividere l’azione da portare avanti per seguire al meglio il percorso lavorativo degli studenti.             

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento