Cronaca Fasano

Padre e figlio trovati con hashish in casa e nella salumeria, arrestati

Dosi di hashish e bilancino di precisione nascosti nella salumeria di famiglia e un panetto della stessa sostanza occultato in un borsone della camera da letto. È così che Donato e Francesco Musa di 45 e 18 anni, padre e figlio, sono stati arrestati dai carabinieri

FASANO – Dosi di hashish e bilancino di precisione nascosti nella salumeria di famiglia e un panetto della stessa sostanza occultato in un borsone della camera da letto. È così che Donato e Francesco Musa di 45 e 18 anni, padre e figlio, sono stati arrestati dai carabinieri.

L’operazione è stata condotta dai militari del Norm della compagnia di Fasano al comando del tenente Pierpaolo Pinnelli nell’ambito di un servizio di contrasto al traffico di droga. La perquisizione, eseguita con l’ausilio delle unità cinofile di Modugno, Ba, ha riguardato dapprima la salumeria: i cani hanno  individuato quasi subito un bilancino di precisione nascosto sotto il registratore di cassa e in un contenitore posto nelle vicinanze con due dosi di hashish del peso complessivo di quattro grammi. Altre due dosi sono state individuate, invece, sopra una mensola.

La perquisizione è stata estesa all’abitazione di Musa dove c’era il figlio 18enne che alla vista dei carabinieri ha dato in escandescenza. Anche in questo caso l’ottimo lavoro dei cani antidroga ha permesso di rinvenire altra sostanza: in un borsone nella camera da letto del ragazzo è stato trovato un panetto di hashish del peso di 50 grammi e altre sei dosi del peso complessivo di 57 grammi confezionate in modo identico a quelle trovate poco prima nella salumeria. In più è stato trovato denaro contante per 950 euro che è stato sequestrato insieme alla droga perché ritenuto provento dell’attività di spaccio. Entrambi sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e posti ai domiciliari 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padre e figlio trovati con hashish in casa e nella salumeria, arrestati

BrindisiReport è in caricamento