menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scarica i rifiuti da demolizione nel terreno del vicino: denunciato

Blitz e sequestro dei carabinieri forestali della stazione di Ostuni: sigilli a un'area di 600 metri quadri di superficie

FASANO - In pattugliamento sui colli della Selva di Fasano, i carabinieri forestali della stazione di Ostuni hanno individuato un accumulo di rifiuti, al bordo di un terreno rustico, per una superficie di circa 600 metri quadri e volume di 400 metri cubi, concentrati in due grossi ammassi, parzialmente spianati, costituiti soprattutto da scarti da demolizioni edili, nonché da spezzoni di "pallets".

I militari hanno individuato il responsabile del deposito abusivo nel proprietario del fondo confinante, M.M. di anni 47, che è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Brindisi, per gestione di rifiuti non autorizzata, ai sensi dell'articolo 256, comma 1, lett. a) del Decreto legislativo numero 152 del 2006 ("Testo unico ambientale"). 

Lo smaltimento illecito è collegato a lavori di ristrutturazione della costruzione residenziale attigua, il cui proprietario ha ritenuto di utilizzare il terreno del vicino per depositarvi i residui del cantiere edile. Trattandosi di rifiuti non pericolosi, il denunciato potrà evitare il procedimento penale, per effetto dei benefici introdotti dalla legge numero 68 del 2015, dietro pagamento di una somma di 6.500 euro e la rimozione dei rifiuti secondo le prescrizioni impartite, altrimenti andrà soggetto, in caso di condanna, alla pena dell'ammenda da 2.600 a 26mila euro e dell'arresto da tre mesi a un anno, oltre ovviamente al ripristino dello stato dei luoghi.

I carabinieri forestali hanno provveduto a sottoporre a sequestro probatorio penale tutta l'area occupata dai cumuli di rifiuti. In questo periodo, con l'approssimarsi della stagione estiva, si intensificano i lavori di manutenzione e ristrutturazione di immobili a uso residenziale, principalmente nelle località turistiche della collina e del litorale, dove si concentra l'azione di controllo delle pattuglie dei forestali, sia per contrastare eventuali abusi alle norme edilizie, sia, come in questo caso, per reprimere gli smaltimenti illeciti di rifiuti derivanti dall'attività di cantiere, purtroppo ancora frequenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

social

Festa della mamma: quando si festeggia e perché

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento